Il reflusso gastrico si verifica quando c’è un passaggio di acido dallo stomaco all’esofago e avviene fisiologicamente durante la giornata, soprattutto dopo mangiato.

Il vapore del cibo in cottura rappresenta il reflusso acido che disturba la gola, la voce, il naso.

Per capire il corpo e la sua fisiologia solitamente utilizzo questo paragone: lo stomaco è la pentola e la valvola superiore dello stomaco è il coperchio.

La capacità digestiva è nel fuoco sotto la pentola e il mestolo è come un digestivo, aiuta lo stomaco a lavorare e nella pentola a non far traboccare e attaccare il cibo contenuto.

E i farmaci che ruolo possiedono?

Gli antiacidi sono come l’acqua aggiunta in cottura, che smorza il bollore e spegne per un po’ i vapori.
Infatti gli antiacidi spengono il senso di bruciore e acidità per un po’. (tipo Riopan o Menoacid).

Gli inibitori di pompa, come pantoprazolo e simili, sono invece elementi che abbassano di molto il fuoco sotto la pentola.

Il cibo non bolle più, cucina piano e spesso con difficoltà.
È utile nel breve periodo, quando le mucose sono molto infiammate, per donare un attimo di pausa all’irritazione in bocca.

Ma, se gli inibitori di pompa vengono usati per lungo tempo, il cibo non viene cucinato a dovere e ristagna, viene ingerito “crudo”, creando problemi ad altri distretti.

Secondo gli antichi, i sintomi dovuti all’ingestione di cibo non cotto bene -“crudo”- creano alito cattivo, dolore alle articolazioni, catarro, occhi gonfi, cellulite, testa pesante, sabbia nei reni, calcoli, pancia gonfia, lingua che pizzica.

Per questo avere cura dello stomaco è importante.

Bisogna seguire le cure mediche adatte ma senza assumere per mesi i farmaci inibitori di pompa.

I farmaci come lansoprazolo e pantoprazolo creano disturbi se assunti nel lungo periodo, specialmente disbiosi intestinale e carenza di vitamina B12.

Se si devono assumere è meglio aggiungere qualcosa che aiuti lo stomaco a lavorare.

Perché lo stomaco è la prima fabbrica del corpo e, se non lavora bene, tutta la città-corpo è in difficoltà.

Elettra Erboristeria
Rimedi Naturali Personalizzati
Cornedo Vicentino Vi


I prodotti consigliati in questo articolo:


Il reflusso è come una pentola senza coperchio.

La pentola è lo stomaco; il coperchio della pentola è la valvola dello stomaco.
Se bolliamo il cibo senza coperchio, tutti i vapori salgono verso l’alto e irritano le corde vocali e il naso creando quei fastidiosi sintomi di notte o al mattino come tosse, naso tappato, amaro in bocca, nodo o mal di gola.

Per gestire il disturbo serve come prima azione mettere il coperchio alla pentola! Il coperchio per noi è il glucomannano.

Il glucomannano è una fibra vegetale che, assorbendo acqua, galleggia sul cibo e crea un tappo sulla valvola dello stomaco che, a sua volta, blocca la risalita di acidi o cibo.

E’ preferibile NON mettere cibo nella pentola che trabocca durante la cottura, come minestre, pasta, latte. Piuttosto sono migliori la carne e la verdura cotte in pentola (non a vapore).

Se prendiamo un digestivo è come usare un mestolo per muovere il cibo mentre si cucina, questo evita che trabocchi o che si attacchi.

Sistemata la pentola, bisogna prendersi cura del fuoco, come ?

Controllando:

  •  la vitamina B12
  • l’acido folico
  • il quantitativo di liquidi assunti, se sufficienti

Si può aiutare lo stomaco con:

Elettra Erboristeria
Rimedi Naturali Personalizzati
Cornedo Vicentino Vi


I prodotti consigliati in questo articolo:



Mal di gola, bruciore, voce roca o tosse sono i sintomi che possono parlare di un disturbo di stomaco : il reflusso.

Il disturbo è causato da uno stomaco che non riesce a lavorare correttamente , non possiede acidità sufficiente per emulsionare e disinfettare i cibi .

Il bolo alimentare ristagna per troppo tempo nello stomaco, la valvola superiore ( cardias = vicina al cuore), non è più efficiente, non chiude bene, e in primis i vapori acidi salgono dallo stomaco fino all’esofago .

Questi vapori acidi possono creare i disturbi sopra elencati, inoltre possono dare un gusto cattivo in bocca , al mattino.

Quando si soffre di ‘reflusso ‘ , bisogna prendersi cura dello stomaco , usando preparati digestivi, aggiungendo aromi ai pasti, evitando di bere troppo a pasto.

Può essere utile
– sorseggiare una tisana dopo pasto o un amaro
– dopo pasto aiutare la digestione con capsule di ananas o enzimi digestivi
– prendere il glucomannano : una spugna naturale che galleggia sul cibo e tappa la risalita dei gas.
– controllare la vitamina B12 nel sangue , i folati e il ferro.

In caso di acidità, prima di usare un inibitore di pompa, o un’antiacido , conviene provare il glucomannano e un digestivo.

In autunno le problematiche di stomaco tendono riacutizzarsi, o peggiorano quelle già esistenti.

È meglio prendersi per tempo ed evitare pasti abbondanti alla sera o pasti con troppi carboidrati .

Le persone di costituzione acqua o terra sono più soggetti a questi disturbi , oppure le persone troppo ansiose, preoccupate , spaventate, gli anziani.

Qualche volta è la conseguenza di un’idratazione insufficiente.

Bere acqua calda o brodo limpido ai pasti , può aiutare a digerire meglio.


Elettra Erboristeria
Rimedi Naturali Personalizzati
Cornedo Vicentino Vi

#terra #salute #omocisteina #vitaminab12 #tisane #rimedinaturali #cornedovicentino #elettraerboristeria #cibosano #stomaco #reflussogastroesofageo #glucomannano #enzimidigestivi #ananas #acqua #ippoc

Il reflusso è un sintomo , non una diagnosi .

Il sintomo è la parte che si mostra , quando si ha un problema allo stomaco.

Si avverte quando uno stomaco lavora poco, lavora con difficoltà e perde la sua funzionalità.

Più precisamente, la valvola che chiude lo stomaco nella parte superiore, resta aperta ( cardias = vicina al cuore ).

Dall’apertura del cardias, possono salire i vapori o i succhi acidi , creati dallo stomaco per svolgere la sua funzione digestiva.

Non è il reflusso da solo, da trattare , sarebbe come fare un lavoro a metà.

È lo stomaco da rinforzare, sostenere , aiutare a tornare a lavorare in modo adeguato.

Sintomi:

Quando senti la voce roca al mattino, se accusi male in gola o soffri di una tosse insistente , quando hai la bocca amara o patinata, acidità dopo pasto, alito cattivo, potrebbero essere tutti disturbi causati dal reflusso .

Cibi:

Mangiare minestre liquide, definite leggere o bere molti liquidi durate un pasto, diluisce i succhi gastrici , peggiorando la capacità digestiva, con conseguente aggravamento del reflusso.

Finché non senti il medico per definire chiaramente la patologia o il disturbo, mangia cibi asciutti, mangia una cena leggera, lascia stare i latticini e gli yogurt, e diminuisci gli amidi a pasto.

Bevi camomilla e tisane amare prima o dopo il pasto.

Assumi marmellata di mele cotogne .

Prodotti:

Aiuta lo stomaco con il fico in gocce , e succhia della liquirizia pura.

Digerire bene è il primo step per stare in salute.

Elettra Erboristeria
Rimedi Naturali Personalizzati
Cornedo Vicentino Vi


 

error: Il contenuto è protetto!!