Un intestino pulito regala un senso di leggerezza e pancia libera, impagabile.

Anche la testa lavora meglio se nei piani sotto non si accumulano scorie e residui.
Alcuni studi collegano la stitichezza a sovraccarico del cuore, impurità della pelle, alito cattivo, capelli unti.
Un intestino regolare è un punto cardine della salute.

Come mantenerlo efficiente e pulito?
Oltre le regole dietetiche ci sono i consigli nutrizionali dati da specialisti, calibrati sulla persona o rimedi popolari vecchi come il mondo.

Eccoli:

    • bere acqua e limone al mattino,
    • bere acqua, limone ed 1 cucchiaio di olio al mattino,
    • assumere semi di lino (macinati e aggiunti ai pasti o messi a bagno interi e bevuti al mattino),
    • bere tisane di finocchio e malva,
    • mangiare più grassi (se le feci sono a forma di sassetti).

E se ancora non basta:

    • sentire un Osteopata o/e Kinesiologo per controllare il diaframma e la respirazione,
    • fare esercizio fisico,
    • controllare di bere a sufficienza (almeno 2 lt al di, o 30 ml per chilogrammo di peso),
    • usare sciroppi di massa e non lassativi >> 🌿 Modulax Pegaso
    • fermenti per stitichezza >> 🌿 Axidophylus della Pegaso.

Scaricare a dovere, con feci formate, marroni, non lucide, non sfatte è sinonimo di equilibrio e salute.
Perché la pianta viene giudicata dai frutti. Produrre un buon frutto è un obiettivo che vale.
Chi soffre di problemi di colite o sensibilità alimentari ha un intestino non regolare: usare piante anti-colite come:
>> 🌿 Colicento Cento fiori, fermenti, lattoferrina o mirtillo rosso in gocce può aiutare molto con aggiunta di >> 🌿 Vitamina D e sali minerali.


I prodotti consigliati in questo articolo:


Elettra Erboristeria
Rimedi Naturali Personalizzati
Cornedo Vicentino Vi

 

In base alla dieta e alla quantità di fibre, si può scaricare feci da una a tre volte al giorno.

L’organismo umano assorbe, elabora, costruisce, demolisce e compie altre mille reazioni, ma questo comporta la creazione di scorie che devono essere eliminate.
Scaricare regolarmente è indispensabile per una buona pulizia dell’organismo.
“Come” si scarica è altrettanto importante.

Le feci dure, rotonde a pallini, piccole, spezzettate, a rate, mostrano il problema.
Anche scaricare regolarmente ogni 2 giorni è considerata stitichezza.
Per aiutare a risolvere la stitichezza si può ricorrere alle piante emollienti che portano buona umidità e ammorbidiscono le feci .
Piante ammorbidenti:

  • Altea
  • Malva
  • Liquirizia
  • Finocchio

Da prendere in tisana, sono delicate e amabili, si possono accompagnare con frutti rossi per rendere la miscela gustosa e piacevole.
Per chi non ama le tisane si trovano le capsule di estratti secchi.
Per il finocchio e la liquirizia esistono anche le gocce (tintura madre) per una stitichezza leggera.
Bere tisane emollienti assieme a:

  • una buona idratazione,
  • uso di grassi buoni,
  • presenza costante di verdure miste nel pasto,
  • bere piante amare o tisane amare per stimolare il fegato, dovrebbero dare buoni risultati.

La stitichezza risponde anche all’introduzione di:

  • semi di lino,
  • rabarbaro (leggero lassativo),
  • movimento,
  • controllo del diaframma.

In più una stitichezza reiterata spesso sovraccarica il cuore, quindi a maggior ragione dobbiamo prenderci cura dell’intestino.

 


I prodotti consigliati in questo articolo:


Elettra Erboristeria
Rimedi Naturali Personalizzati
Cornedo Vicentino Vi

 

Sei il tipo terra – pratico.

Vai all’essenziale, non sopporti chi parla in continuazione, chi si perde in mille congetture, poche e sagge sono le tue parole.

La terra è l’elemento che ti rappresenta perché essa è solida e stabile (finché qualcosa di potente non la smuove da dentro, nel profondo).

La tua fermezza e stabilità dona sicurezza e infonde fiducia, ma bisogna saperti ascoltare, perché sei di poche parole.
Sei portato per il lavoro pratico, concreto, dove possono esserci problemi da risolvere.
A volte il tuo rispondere brusco può non piacere, ma mostra la tua schiettezza.

La forma fisica forte ha bisogno di essere nutrita ma alleggerita, evitando cibi troppo pesanti, usando aromi ad ogni piatto o nelle bevande.

La secchezza del tipo terra, può comportare stitichezza, rigidità, dolori, calcoli.

Bevande aromatizzate con melissa o menta, basilico o anice aggiungendo malva per la buona umidità, portano movimento e leggerezza.
Un semidigiuno 1 volta alla settimana aiuta a smaltire le scorie accumulate.

Elettra Erboristeria
Rimedi Naturali Personalizzati
Cornedo Vicentino Vi

 

Se lo stomaco non sta bene, la testa sta peggio, è questo che dicevano gli antichi.

Molte funzioni corporee, tra cui anche il pensiero sono influenzate da come digeriamo.

Se lo stomaco ci sta sullo stomaco o ci crea acidità, se si forma gonfiore, stitichezza o peggio nausea, non stiamo bene e non ci godiamo la vita.

Per aiutare lo stomaco a lavorare bene, bere una tisana digestiva dopo mangiato o un amaro è una buona abitudine.

Ecco la tisana Digestiva più buona che conosco, una miscela antica di erbe e radici.

Una mix sapientemente studiato ed equilibrato nel gusto.

-Malva
-Camomilla
-Liquirizia
-Anice
-Finocchio

Si può gustare questa tisana dopo pasto a mezzogiorno o alla sera dopo cena.

.


Elettra Erboristeria
Rimedi Naturali Personalizzati
Cornedo Vicentino Vi

Quali sono i disturbi della costituzione Terra?

 

Le persone di costituzione Terra sono spigolose, sia fuori che dentro.

Sono persone metodiche, testarde, con un senso del giusto/sbagliato e delle regole di vita molto forti.

Raramente si lasciano andare, preferiscono stare da soli, o con poche persone scelte.

I disturbi a cui sono soggette sono:

– tensione muscolare
– dolori articolari
– calcoli
– stitichezza
– insufficienza di stomaco
– problemi endocrini
– struttura fisica gracile
– magrezza
– lavorio mentale continuo
– tende a bere poco

Emotivamente:

– tendenza a rinchiudersi
– inflessibilità
– depressione
– avidità

Ma anche:

Affidabili
Onesti
Costanti
Stabili

 

Una tisana per le persone di costituzione terra, deve aiutare la digestione, sostenere la parte minerale del corpo e ammorbidire.

Eccola:

Tiglio
Malva
Finocchio
Equiseto
Liquirizia o menta, o melissa
Echinacea

Alimentazione:

Le persone di costituzione Terra hanno bisogno di più spuntini durante la giornata.
Spesso hanno poche scorte, poca capacità di accumulare, e uno stomaco che non ama i pasti abbondanti.
Per per questo devono integrare spesso con un po’ di cibo durante il giorno.

Amano il dolce e possono concederselo con misura. È vantaggioso per loro mangiare i carboidrati alla sera, perché migliorano il sonno.

Tendono a mangiare poche proteine e possono andare in carenza.

Bevono poco, per questo tendono avere problemi digestivi o/e di evacuazione.

È meglio per loro bere: brodi caldi, acqua calda o tisane speziate, saporite.

Le persone di costituzione Terra sono persone affidabili, su cui puoi veramente contare.

Per mantenere la parola data possono arrivare a sacrificare qualcosa di sé.

Sono persone preziose, veramente speciali, colonne portanti nella famiglia.

 


Elettra Erboristeria
Rimedi Naturali Personalizzati
Cornedo Vicentino VI


Quando si parla di depurazione si pensa sempre a qualcosa da prendere che porti via le tossine ( chelanti, sequestranti), ma per quanto utili siano, non sono la miglior prima scelta.

Prima bisogna preparare il lavoro.

Per attivare un processo di depurazione il corpo ha bisogno di metabolizzare le tossine assorbire, lavorarle per renderle eliminabili e per fare questo lavoro ha bisogno di minerali, vitamine e micronutrienti.
Solo in un secondo tempo servono gli spazzini ( chelanti come argilla o zeolite ).

Ecco cosa succede :

Il processo depurativo è formato da due step.

Nel primo step, il corpo prepara le tossine e nel secondo step le rende eliminabili.

Questi due step lavorano in sequenza ( se funziona male il primo, non si attiva il secondo) e dipendono per la loro efficienza dalla presenza di enzimi ( citocromi ).

Senza enzimi del fegato funzionanti, nessun depurativo funziona.

I nostri enzimi dipendono da micronutrienti, minerali, vitamine.

Per questo se si è carenti di vitamine del gruppo B, B12, magnesio, ferro, zinco, micronutrienti e altri minerali, i processi depurativi sono rallentati o bloccati.

Se soffri di gonfiore, stitichezza, intestino permeabile, malattie autoimmuni e se ti danno fastidio i profumi, il nodo è da cercare nella difficoltà di attivare i processi depurativi di fase 1 e fase 2.

La prima integrazione importante è composta dalle vitamine B, D e dei minerali ( magnesio, fosforo, zinco, ecc).

Le vitamine B e B12 si possono vedere con gli esami del sangue e controllando l’omocisteina che dovrebbe essere idealmente intorno a 8 mcmol/L

( dr. F. Marinelli, Omotossicologa )


Elettra Erboristeria
Rimedi Naturali Personalizzati
Cornedo Vicentino Vi

 

Il dolore è una spia, un avviso di qualcosa che non funziona, è un allarme da comprendere non solamente qualcosa da eliminare.

Quando abbiamo una puntina nel piede, dobbiamo cercare di togliere la puntina dal piede, non solo prendere qualcosa per eliminare il dolore.

Anche per tutti gli altri dolori presenti nel corpo, bisognerebbe agire sui 2 fronti : risolvere il nodo e lenire il dolore.

Se ho un mal di pancia da stitichezza, prendo qualcosa che risolva la stitichezza insieme al lassativo-ammorbidente delle feci, non mi limito ad un’ anti dolorifico per far passare il e basta.

Se ho mal di testa, devo capire se c’è una componente metabolica, digestiva, epatica finché si prende l’antidolorifico.

Se ho mal di gola, gestisco l’infiammazione con propoli e oli essenziali per il dolore, ma controllo pure l’intestino, se bevo a sufficienza, se ho mangiato qualcosa che mi ha disturbato, se ho preso freddo o se ho il reflusso, per cercare di colpire il problema a monte.

Se soffro di reflusso, serve qualcosa per fermare la risalita dei vapori acidi, ma a monte bisogna aiutare lo stomaco a lavorare.

Se arriva un problema all’occhio, oltre che trattare l’occhio devo guardare al fegato, ai cibi istaminici o alla carenza di minerali.

Se ho attacchi di panico o ansia che mi consuma, prendo qualcosa per il momento di crisi, ma cerco di parlare con qualcuno che mi aiuti a capire dove sta il nodo emotivo, per poterlo comprendere e sciogliere .

Un lavoro su più fronti è più vantaggioso e saggio.

Parlane con il medico, non fermarti solo al sintomo.

Cerca di togliere la puntina dal piede, non limitarti a coprire il dolore.


Elettra Erboristeria
Rimedi Naturali Personalizzati
Cornedo Vicentino Vi

error: Il contenuto è protetto!!