Fare le puzze o avere troppa aria , non è un buon segno.

Quando l’intestino non riesce a fare il suo lavoro come si deve, e si formano le puzze o troppa aria .

Non parliamo delle puzze normali, che si formano specialmente quando si mangiano fagioli o cavoli.

Ma delle altre puzze, quelle fastidiose, odorose, inopportune, abbondanti, che non dovrebbero esserci.

Esse mostrano un problema di :

– insufficienza di stomaco o carenza di enzimi digestivi.
– carenza di fibre o eccesso di fibre con un microbiota alterato.
– una flora intestinale scompensata o carente.
– uso di inibitori di pompa o altri farmaci.

Cosa fare ?

Integrare lattoferrina .

Essa con il suo effetto antivirale, antimicrobico e regolatore della permeabilità intestinale, ripristina il corretto funzionamento dell’intestino.

A volte serve aggiungere fermenti lattici come Axiboulardi ( se allergie , uso di antibiotici, viaggi ) o Axidophylus della Pegaso ( se stitichezza ).

Le puzze o l’aria non deve esserci, se non in minima misura.

Dalla salute dell’intestino dipende molto il nostro stare fisico ed emotivo. Prendersene cura è saggio.

 


Elettra Erboristeria
Rimedi Naturali Personalizzati
Cornedo Vicentino Vi

error: Il contenuto è protetto!!