È il padre che può offrire un senso di sicurezza e stabilità.

Il padre o partner maschile, nei confronti della donna che sta per partorire ha una funzione importante per il successivo processo di attaccamento del bambino e per il senso di protezione che necessita la madre per stare serena.

Durante la gravidanza, il parto ed i primi anni di vita del bambino, la donna va incontro a profondi cambiamenti nel fisico ed esperimenta sensazioni di paura e fragilità.

Il bisogno di protezione e sicurezza è profondo ed è indispensabile per l’equilibrio emotivo della madre.

La sua funzione protettiva, protegge la donna da disturbi emotivi, crisi, fobie, conseguenti a tutti i profondi cambiamenti che essa vive.

Il buon padre, attento, presente, accudente è un antidepressivo per la madre e una sicurezza per il figlio.

A tutti i papà, vicini o lontani.
Papà che lavorano, papà che emigrano, papà che non parlano, a tutti i papà che spariscono dalle attenzioni della compagna nei primi anni di vita dei bimbi, ai papà che sanno essere pazienti, attenti, premurosi.
A tutti i papà che sfidano le nuove forme di famiglia e trovano il loro posto, speciale e un po’ invisibile… GRAZIE!

A mio papà con tutte le sue luci e le sue ombre, alla sua tenacia, determinazione, coraggio, attenzione a volte egoismo, a volte testardaggine, umorismo e inventiva, grazie.

 

Elettra Erboristeria
Rimedi Naturali Personalizzati
Cornedo Vicentino Vi

Perché i tibetani salgono in cima alla montagna
senza bombole di ossigeno?

Perché i loro antenati avevano una parte di geni antichi, erano uomini di un ramo diverso, i Denisova.
L’ uomo di Denisova ha vissuto per decine di millenni e possedeva una variante di un gene che aiuta l’organismo ad adattarsi alla carenza di ossigeno.

Questa variante è presente nei popoli tibetani di adesso.

Homo sapiens e homo di Desinova si sono incrociati 50.000 anni fa.

Gli italiani (il 60% della popolazione) e i messicani condividono una difficoltà genetica comune, l’impossibilità di metabolizzare correttamente l’acido folico.
Probabilmente dipende da un antenato comune.
Questa difficoltà detto polimorfismo crea problemi di pelle, problemi cardiocircolatori e di malattie autoimmuni.

A grandi linee, una persona con un polimorfismo dell’acido folico presenta alti livelli di acido folico nel sangue (quindi abbondante), ma un’omocisteina alta (segno di infiammazione).

In questo caso serve introdurre un acido folico “digerito” – metilato, ovvero l’acido folico metilfolato.
Introdurre acido folico normale invece di migliorare, può peggiorare la situazione o mantenerla invariata.

Controllare i valori del sangue permette di comprendere le varie sensibilità personali.

Elettra Erboristeria
Rimedi Naturali Personalizzati
Cornedo Vicentino Vi

 

Sei il tipo terra – pratico.

Vai all’essenziale, non sopporti chi parla in continuazione, chi si perde in mille congetture, poche e sagge sono le tue parole.

La terra è l’elemento che ti rappresenta perché essa è solida e stabile (finché qualcosa di potente non la smuove da dentro, nel profondo).

La tua fermezza e stabilità dona sicurezza e infonde fiducia, ma bisogna saperti ascoltare, perché sei di poche parole.
Sei portato per il lavoro pratico, concreto, dove possono esserci problemi da risolvere.
A volte il tuo rispondere brusco può non piacere, ma mostra la tua schiettezza.

La forma fisica forte ha bisogno di essere nutrita ma alleggerita, evitando cibi troppo pesanti, usando aromi ad ogni piatto o nelle bevande.

La secchezza del tipo terra, può comportare stitichezza, rigidità, dolori, calcoli.

Bevande aromatizzate con melissa o menta, basilico o anice aggiungendo malva per la buona umidità, portano movimento e leggerezza.
Un semidigiuno 1 volta alla settimana aiuta a smaltire le scorie accumulate.

Elettra Erboristeria
Rimedi Naturali Personalizzati
Cornedo Vicentino Vi

 

Pelle rossa, gonfia, irritata e con bruciore senza motivo.
Ecco come si mostrano le intossicazioni da metalli pesanti.

Queste possono essere le conseguenze da cibo contaminato, inquinamento delle falde o da trattamenti medici.
Quando si sospetta un’intossicazione da metalli pesanti bisogna attivare i meccanismi depurativi del corpo.

Come ?

    1. Bere a sufficienza durante il giorno (poco alla sera) con l’aggiunta di qualcosa nell’acqua che aiuti i reni a ripulirsi senza stressarsi (Equiseto, Dreferen Cento Fiori).
    2. Scaricare bene l’intestino. Tisane di Malva e Finocchio o lassativi meccanici.
    3. Respirare (fare movimento leggero come passeggiare a piedi 40 minuti)
    4. Sudare: attività sportiva o sauna, o trattamenti specifici.
    5. Avere disponibilità di minerali citrati deacidificanti della matrice intracellulare (come Regobasic) da aggiungere all’acqua.
    6. Integrare vitamine del gruppo B (come Strat-B) per il ciclo dell’omocisteina e il microbioma.
    7. Integrare piante depurative come cardo mariano o miscele con carciofo e rosmarino.
    8. Se è presente molto prurito aggiungere lattoferina per gestire la permeabilità intestinale, e/o oligoelementi come manganese.

Nella nostra società moderna e super tecnologica, la presenza di metalli pesanti e composti xenobiotici è un problema costante.
Essi derivano dalla lavorazione industriale, dalla coltivazione dei campi, dai tessuti, pentole, imballi, dal traffico ecc.
(liberamente tratto da un corso con la Dr. Federica Marinelli)

 

Elettra Erboristeria
Rimedi Naturali Personalizzati
Cornedo Vicentino Vi


I prodotti consigliati in questo articolo:


Se soffri di psoriasi facilmente vai incontro a disturbi alla tiroide.

Per valutare la funzionalità tiroidea non basta controllare il TSH (ormone tireostimolante) nel sangue, bisogna anche dare uno sguardo d’insieme dosando t3 e t4 (ormoni tiroidei).

Il t4 è l’ormone inattivo, il t3 è l’ormone attivo derivante dal t4.

Se non c’è t3 a sufficienza manca il carburante per far funzionare il nostro generatore, per cui possiamo accusare mani e piedi freddi, stanchezza, sonnolenza.

In più quando la tiroide non funziona, per non lasciarci a secco, il corpo produce più cortisolo, consumando riserve, alterando la flora intestinale, lasciando spazio alla candida.

Il tsh deve essere basso, il t3, t4 , meglio che siano nei range superiori.

Nei cambi di stagione il lavoro della tiroide deve essere ricontrollato, perché i cambi di temperatura richiedono più impegno tiroideo.

Se senti spesso freddo, hai i capelli fragili, perdi memoria, hai problemi di pelle, controlla la funzionalità tiroidea.
(tratto da Metodo Apollo)

La tiroide ha bisogno di ferro, vitamina D, selenio, zinco e iodio per lavorare bene.

Per consigli su sintomi e prodotti cerca nel sito con la lentina 🔍 oppure consulta le pagine:

>> 🌿 TIROIDE

>> 🌿 PSORIASI

 

Elettra Erboristeria
Rimedi Naturali Personalizzati
Cornedo Vicentino Vi

 


Inizia nelle piccole articolazioni, che risultando dolenti al tatto e calde.
Poi il dolore svanisce e resta un rigonfiamento.

È l’artrosi. Una degenerazione del tessuto, delle ossa, delle cartilagini delle dita.
Ma perché si manifesta così?

Perché nelle dita? Cosa significa ?

Per gli antichi l’artrosi alle mani era il segno, prima di tutto, di uno stomaco insufficiente.

Il cibo, non digerito bene, restava nel sangue e per non creare danno veniva depositato lontano dagli organi vitali, quali fegato, cuore, polmoni.
La cura, secondo gli antichi, iniziava dal rinforzare e migliorare la digestione, con piante amare e digestive.
Poi si aggiungevano piante antinfiammatorie, come curcuma, china, frassino, equiseto, echinacea.
E si concludeva con qualcosa che purgasse gli umori crudi (cibi non digeriti e non lavorati bene dal corpo) con piante lassative come Rabarbaro e Senna.

Oltre la cura con le piante, si abbinava un’igiene alimentare, eliminando i cibi troppo pesanti, si applicavano compresse sulle mani e sul corpo, si eseguivano orticazioni o si facevano bagni caldi-freddi per stimolare la capacità della pelle di veicolare le “tossine”.

Un approccio a tutto tondo, che poneva la persona al centro.

Una visione d’insieme che anche se non condivisa nella “cura”, oggi può essere recupera come programma a step da seguire.
Per l’artrosi serve un intervento:
  • alla dieta.
  • allo stile di vita.
  • alla capacità di eliminazione.
  • integrando carenze e sostanze funzionali.
  • porre uno sguardo anche alla vita emotiva.

Perché la malattia è sempre di tutto il corpo anima compresa.

Per approfondire >> 🌿  Tisana per le ossa


Elettra Erboristeria
Rimedi Naturali Personalizzati
Cornedo Vicentino Vi


Ingrassare per l’uomo ha effetti peggiori sulla salute,
che per la donna.

Il grasso è un stimolante dell’enzima aromatasi, che converte gli ormoni maschili in femminili.

Avere più ormoni femminili nell’uomo, comporta una serie di problematiche preoccupanti.

Una aromatasi iperstimolata crea:

  • problemi alla prostata.
  • infertilità.
  • perdita di testosterone (l’ormone della forza e della decisione)
  • perdita di massa muscolare.
  • aumento della pancia.
  • aumento del seno.
  • perdita di capelli.
  • rischio cardiovascolare.
Per ridurre l’iperstimolazine dell’enzima aromatasi serve:
  • dimagrire.
  • fare attività sportiva.
  • ridurre l’iperglicemia.
  • ridurre l’ipercolesterolemia.
  • eliminare l’alcool.
Semi digiuni, piani alimentari ben strutturati, igiene di vita, movimento, sono gli alleati per mantenere uomo, l’uomo.
Le piante utili per un’integrazione mirata sono:
  • Tribulus
  • Maca
  • Ginseng
  • Muira Apuana
(Dr Occhionero).

Elettra Erboristeria
Rimedi Naturali Personalizzati
Cornedo Vicentino Vi


Il pensiero mediterraneo antico ha organizzato la scienza
e la medicina secondo un modello quadripartito.

  • 4 stagioni
  • 4 punti cardinali
  • 4 quadranti dell’orologio
  • 4 costituzioni.
Le costituzioni sono il raggruppamento ordinato di caratteristiche personali, diverse, specifiche per 4 tipologie di persone.
  • Ci sono persone sportive e persone pigre.
  • Persone freddolose e persone calorose.
  • Persone pratiche e persone mentali.
  • Persone irose e persone pacifiche.

Queste caratteristiche sono state definite: dottrina umorale. Il padre di questa dottrina è Ippocrate, padre della medicina.

Le 4 costituzioni sono:

  1. Aria – Sanguigni
  2. Acqua – Flemmatici
  3. Terra – Melanconici
  4. Fuoco – Biliosi

Per ogni costituzione, c’è un minerale importante, determinante per una funzionalità eccellente.

I minerali sono:

  • Aria – manganese cobalto
  • Acqua – rame oro argento
  • Terra – manganese rame
  • Fuoco – manganese

Questi minerali in fiale di oligoelementi, possono aiutare a migliorare i disturbi che una persona accusa, in concomitanza alla terapia medica.

(da : Gli Oligoelementi – Ivo Bianchi)

Elettra Erboristeria
Rimedi Naturali Personalizzati
Cornedo Vicentino Vi


Anche le gengive, come ogni parte del nostro corpo,
ci parlano del nostro stato di salute.

Si possono infiammare, dolere, sanguinare, ritirare, gonfiare.
Mia nonna, raggrupperebbe tutti questi sintomi sotto la parola “riscaldo”.
Quando le gengive dolgono può essere utile: alleggerire la dieta di zuccheri o proteine.
Gli zuccheri creano infiammazione se mangiati in eccesso, le proteine quando non le accompagniamo da verdure ed acqua.
Serve dunque:
  • limitare la frutta secca, perchè è un concentrato di nutrienti e tendiamo a mangiarne troppa, in più è un cibo stimolante l’istamina.
  • assumere una tisana con equiseto che rinfresca e sostiene la mucosa con il suo contenuto di minerali e silice.
  • bere a sufficienza, per dare al corpo l’acqua che serve.
  • controllare i denti, perché sacche gengivali possono infiammarsi.
Quando si sente un inizio di infiammazione, la prima cosa da fare è:
  • bere
  • fare un semidigiuno.

Elettra Erboristeria
Rimedi Naturali Personalizzati
Cornedo Vicentino Vi


Il rossore attorno al naso, di lato alle alette delle narici,
è il segno di una squilibrio del corpo.

Il rossore può essere rosso acceso o violaceo, oppure può presentare squamette secche.

Per la signatura della medicina antica, questo rossore mostra:

1 – un sovraccarico del sangue.

Il sangue può essere troppo carico per eccesso di cibo, l’assunzione di cibo molto nutriente come frutta secca o carne arrosto mostra:

2 – una digestione che non funziona bene.

Come capire se è presente un sovraccarico da cibo o da ristagno digestivo?

Si osserva la lingua.
Una lingua rossa, mostra un sovraccarico da cibo.

Una lingua patinata di bianco, ci parla di un problema di stomaco.

A volte il rossore può essere dato da una carenza idrica.

Per gestire un sovraccarico di sangue, può aiutare una tisana con piante amare e che drenano il fegato.
Per affrontare la carenza digestiva, è ottima una tisana che aiuti la digestione.

Elettra Erboristeria
Rimedi Naturali Personalizzati
Cornedo Vicentino Vi

error: Il contenuto è protetto!!