La tiroide svolge funzioni fondamentali per la nostra salute, i suoi ormoni controllano le attività metaboliche e sono responsabili del corretto funzionamento di gran parte delle cellule dell’organismo.

Assumere un solo elemento per…

Quando descriviamo un sintomo usiamo parole specifiche…

Se non è un problema di vene, se non è un crampo…

30 anni fa in Erboristeria trovavi pochi prodotti: clorella, lievito, ginseng, fermenti ed erbe.

Erano prodotti essenziali e basilari per affrontare i disturbi più semplici come: convalescenza, momenti di stress o periodi di stanchezza.

Il lievito di birra, in capsule, in polvere o sciroppo aromatizzato era la principale fonte di energia.

Anche adesso, sebbene siamo sommersi di integratori di ogni tipo, arricchiti di ogni bene come: magnesio, vit D, zinco, lattoferrina, carnitina, il nostro vecchio lievito è ancora un buon integratore, economico e facile da assumere perché non mostra interazioni con i farmaci.

Spesso il lievito è coltivato su un ricco substrato per rendere il prodotto più completo, come nel caso del lievito al selenio, dove il selenio è assorbito e integrato nelle cellule del lievito e reso disponibile e leggero.
Specialmente dopo la malattia, oppure, se si abita in zone endemiche, per la tiroidite o ipotiroidismo (tiroide che lavora poco), integrare lievito al selenio porta un benefico in più.

Il selenio è un minerale indispensabile per il buon funzionamento della tiroide perché sottende alla conversione degli ormoni tiroidei, cioè permette che l’ormone inattivo T4, si trasformi in T3, ormone attivo.

Una formula storica di lievito di birra è il biostrat (lievito di una ditta Svizzera).

Esso non è solo lievito, ma è lievito fermentato, così la sua potenza nutriente migliora l’assorbimento di tutte le altre vitamine e minerali presenti nella dieta.

Quando si è carenti di vit B12, per migliorare l’assorbimento è utile aggiungere una formula di vit B completa.

Quando si è stati malati o si è stanchi, il semplice lievito può ancora essere un compagno affidabile.

Anche nelle forme allergiche o da intossicazione, integrare vit B può essere utile per migliorare la sintomatologia.

Per chi è allergico al lievito , il lievito fermentato (Biostrat) non crea problemi.

Quando parli con il tuo dottore, avvisa sempre gli integratori alimentari che stai assumendo.

 

Elettra Erboristeria
Rimedi Naturali Personalizzati
Cornedo Vicentino Vi


I prodotti consigliati in questo articolo:


Se soffri di psoriasi facilmente vai incontro a disturbi alla tiroide.

Per valutare la funzionalità tiroidea non basta controllare il TSH (ormone tireostimolante) nel sangue, bisogna anche dare uno sguardo d’insieme dosando t3 e t4 (ormoni tiroidei).

Il t4 è l’ormone inattivo, il t3 è l’ormone attivo derivante dal t4.

Se non c’è t3 a sufficienza manca il carburante per far funzionare il nostro generatore, per cui possiamo accusare mani e piedi freddi, stanchezza, sonnolenza.

In più quando la tiroide non funziona, per non lasciarci a secco, il corpo produce più cortisolo, consumando riserve, alterando la flora intestinale, lasciando spazio alla candida.

Il tsh deve essere basso, il t3, t4 , meglio che siano nei range superiori.

Nei cambi di stagione il lavoro della tiroide deve essere ricontrollato, perché i cambi di temperatura richiedono più impegno tiroideo.

Se senti spesso freddo, hai i capelli fragili, perdi memoria, hai problemi di pelle, controlla la funzionalità tiroidea.
(tratto da Metodo Apollo)

La tiroide ha bisogno di ferro, vitamina D, selenio, zinco e iodio per lavorare bene.

Per consigli su sintomi e prodotti cerca nel sito con la lentina 🔍 oppure consulta le pagine:

>> 🌿 TIROIDE

>> 🌿 PSORIASI

 

Elettra Erboristeria
Rimedi Naturali Personalizzati
Cornedo Vicentino Vi

 


Le ghiandole più importanti nel corpo sono quelle che producono gli ormoni.

Gli ormoni sono i nostri super direttori, controllori, gendarmi.

Sono fondamentali per una buona regolazione di tutte le funzioni corporee.

Sono ormoni:

– l’insulina (ormone del pancreas)
– il cortisolo (ormone del surrene)
– gli estrogeni (17 beta estradiolo),
– la tireotropima (quello della tiroide)
– il testosterone (ormone sessuale)
– e molti altri…

Dalla buona produzione e lavoro degli ormoni, dipende la nostra salute.

Ma c’è qualcosa che ostacola la loro formazione, con conseguenze pesanti sulla salute.
Sono gli interferenti endocrini.

Sono ovunque, sono tanti e li abbiamo creati noi !

Sostanze che interferiscono con la produzione corretta di ormoni :

– fitofarmaci, pesticidi, antiparassitari
– ftlani (materie plastiche, adesivi, inchiostri)
– metalli pesanti (mercurio, cadmio, cesio, alluminio)
– solventi industriali
– composti alogenati (aerosol, refrigeranti, materiale plastico espanso)
– alchilofenoli (lavaggio e tintura tessuti)
– microplastiche

Quando soffriamo di disturbi a cui non si riesce a dare un senso o un nome, tenere conto che possono essere responsabili queste molecole è una buona cosa.

Cercarne di diminuirne l’uso dove possibile, smaltire con cura i rifiuti, acquistare con consapevolezza, spingere i governi ad attuare scelte ecologiche è ciò che possiamo fare per proteggere la nostra salute e quella dei nostri figli e future generazioni.
Perché è dalle nostre azioni compiute quotidianamente, che si ottengono grandi risultati.

Elettra Erboristeria
Rimedi Naturali Personalizzati
Cornedo Vicentino Vi


Se abiti in zone di montagna o collina, oppure nei paesi all’interno della nostra bella Italia, vai incontro facilmente a carenza di iodio.

Solo le persone che abitano sui litorali possono stare relativamente sereni.

Lo iodio è un oligoelemento essenziale, si trova in ogni distretto : fegato, cervello, polmoni, ovaie e testicoli, ma più di tutto si trova nella tiroide e in quantità elevata pure nel globo oculare ( nella cornea, nel cristallino, nel nervo ottico).

Ed è un elemento essenziale durante l’allattamento, perché il latte è ricchissimo di iodio, indispensabile per la crescita del neonato.

Lo iodio stabilizza e controlla quasi tutte le reazioni biochimiche che avvengono nel corpo, specialmente quelle dove è presente calcio-fosforo.( se i crampi non passano con un’ integratore di potassio e magnesio, forse manca iodio).

Alimenti e farmaci possono inibire l’assorbimento dello iodio, già scarso nella dieta.

I cibi più responsabili sono gli affettati per il contenuto di nitriti che competono con l’assorbimento dello iodio. E un uso eccessivo di soia, cavolo, senape.

Integrare la dieta con alghe in scaglie secche da aggiungere direttamente ai piatti o foglie da bollire, ne rende disponibile il giusto quantitativo.

Chi soffre di intestino irritabile, chi tende soffrire di diarrea o malattie da malassorbimento ( celiachia, morbo di Crohn, gluten sensivity) deve porre più attenzione e cercare di integrare cibi con iodio, sale marino o assumere integratori.

Una buona integrazione per sostenere un tiroide stanca è composta da :

lievito al selenio
– iodio oligoelemento.

A volte serve aggiungere gli oligoelementi Rame e Zinco, che sono gli attivatori enzimatici della trasformazione dell’ormone tiroideo nella sua forma attiva.

Se soffri molto il freddo, hai le palpebre o il viso gonfio. Non ti bastano le ore di sonno per sentirti riposato, hai unghie fragili o capelli fragili, senti di essere sempre stanco, l’intestino lento, o hai poca memoria, seti di essere depresso, controlla la tiroide.

( tratto da : Ivo Bianchi – Gli oligoelementi).


Elettra Erboristeria
Rimedi Naturali Personalizzati
Cornedo Vicentino Vi

error: Il contenuto è protetto!!