I rimedi naturali sono preziosi strumenti che possono aiutare a curare disturbi più comuni senza ricorrere ai farmaci.

Se si accusano crampi di notte, sulle dita, nel polpaccio, oppure di giorno da seduti o mentre ci si piega, significa che manca qualcosa di importante nel corpo.

I muscoli lavorano bene se hanno a disposizione i minerali come: Calcio, Magnesio, Potassio ma anche Sodio.
Quando si presentano i crampi di solito si integra Potassio e Magnesio.

E se non basta?
Meglio integrare anche il Sodio = sale
Usare sale marino in cucina aiuta a recuperare una buona quota di Sodio e oligoelementi o integratori di minerali con Sodio.

E se non basta?
Se si integrano i sali minerali (meglio citrati) e si accusano ancora crampi?
Controllare il bere.

Può esserci troppa poca acqua nella dieta rispetto al proprio stile di vita.

Oppure:
Troppa acqua (se si lavora al caldo) quindi bisogna aumentare la quota di minerali assunti.

Per ultimo controllare il Paratormome nel sangue, rispetto alla vitamina D e sentire il medico.
I minerali citrati non caricano i reni, possono essere integrati secondo le posologie specifiche senza pericoli, per esempio >> 🌿 Regobasic Pegaso.

Anche i bambini piccoli possono avere bisogno di minerali, specie se si svegliano spesso di notte, ma bisogna chiedere consiglio al pediatra.


I prodotti consigliati in questo articolo:


Elettra Erboristeria
Rimedi Naturali Personalizzati
Cornedo Vicentino Vi

 

Per riuscire a viaggiare in serenità è importante gestire la nausea da viaggio.

I rimedi sono di vario tipo e bisogna trovare quello più adatto a sé come:

  • Masticare zenzero durante il viaggio o sorseggiare una bevanda con zenzero,
  • Bere gocce di melissa o fico,
  • Assumere 2 gocce di menta e 1 di zenzero olio essenziale in mezzo cucchiaino di zucchero o miele o burro cocco.

Da ripetere 3 – 6 volte durante il viaggio.
Se non si può bere, l’olio essenziale si può diffondere in macchina.
>> 🌿 Rescue Remedy fiori di Bach, per chi oltre a soffrire di nausea è anche spaventato o agitato.
Assumere oppure piccoli cucchiaini di marmellata di mele cotogne.


I prodotti consigliati in questo articolo:


Elettra Erboristeria
Rimedi Naturali Personalizzati
Cornedo Vicentino Vi

 

Il Fuoco di San Antonio è uno sfogo che nessuno vorrebbe avere.

Crea un dolore bruciante, come un coltello rovente che si pianta nel luogo dove è presente il virus.
Può comparire nei fianchi, in viso, nelle zone genitali, sotto il seno.
Più è esteso, peggio è.

Ai primi sintomi, anche se non si vedono bollicine è meglio sentire il medico.
A volte le bollicine non compaiono, ma il dolore è uguale. Descriverlo correttamente aiuta a ricevere una diagnosi corretta.
A fianco della terapia medica con antivirali e vitamine B, è suggerito aggiungere:

  • vitamina D, in un dosaggio un po’più alto.
  • una miscela di oli essenziali (per bocca e per impacco).
  • oligoelementi per evitare la cronicizzazione del dolore.

A volte il dolore è così forte e insistente che il medico prescrive farmaci antidolorifici potenti.
Qualche studio parla dell’efficacia di alte dosi di vitamina D (metodo Coimbra).
Il dolore dell’herpes è veramente pesante da portare, meglio usare tutte le conoscenze possibili per gestirlo ed eliminarlo più in fretta possibile.


I prodotti consigliati in questo articolo:


Elettra Erboristeria
Rimedi Naturali Personalizzati
Cornedo Vicentino Vi

 

Più la cintura si allarga, più la salute peggiora.

Spesso in modo silente accumuliamo scorte come se dovessimo affrontare un lungo magro inverno.
Alleggerire la quota di cibo per qualche giorno per un periodo di 3 -6 mesi può portare enormi benefici senza accusare troppa fatica.

Come:
Sfruttando il bel tempo e la bella stagione per fare semi-digiuni, mangiando solo mattina e sera, o rispettando le 18 ore di pausa, 2 volte alla settimana.
Oppure alleggerendo i pasti.

Il caldo, la sete, l’abbondanza di frutta e verdura ci aiutano.
Bere acqua, frizzante o addizionata a sciroppo di sambuco o sciroppo d’acero e/o tisane può sedare la fame e permette di saltare o ridurre un pasto.

Limitare un po’ il cibo, aiuta a ridurre il gonfiore, a limitare l’aumento di peso e dona una sensazione di leggerezza oltre che migliorare la salute.
Non sono adatti periodi di digiuno alle donne in gravidanza, bambini in crescita, persone ammalate, debilitate o con problemi alimentari.
Fare digiuno non è difficile, è più la paura di aver fame che inganna, che la vera fame.


I prodotti consigliati in questo articolo:


Elettra Erboristeria
Rimedi Naturali Personalizzati
Cornedo Vicentino Vi

 

Le zanzare sono fastidiose, numerose, insistenti, e ci possono rovinare scampagnate, pic nic, feste all’aperto.

Ma sono una parte importante della catena alimentare e sta a noi attrezzarci per difenderci.
Spray, creme, braccialetti, rimedi a base di agli oli essenziali, con citronella, geraneo, lavanda e molto altro, oppure olio di neem sono ciò che si usa più frequentemente.

Ma c’è qualcosa a cui fare attenzione prima della puntura: la nostra capacità reattiva e difensiva.
Se siamo troppo reattivi, sensibili o allergici, ogni puntura si trasforma in un ponfo fastidioso che per il continuo grattare si lacera e può infettarsi.
Se invece siamo bassi di difese, ogni puntura può creare un ponfo e poi formare un’infezione localizzata.

Cosa si può fare per modulare la reattività eccessiva o le difese basse?
Continuare ad integrare la vitamina D anche se è Giugno, e se serve anche le vitamina B (per chi è scarso di difese, per chi studia, per chi continua a lavorare).
Con una buona dose di vitamina D nel sangue, la reattività eccessiva si modula e il ponfo tende a non formarsi o a risolversi velocemente.

Se le difese sono basse, la vitamina D e le vitamina B ci rinforzano.
E dopo aver sistemato dentro, ci si può prendere cura del fuori.
Sul ponfo si può spalmare:

Se il ponfo è bello grosso si può applicare una compressa di argilla.
Limitare lo stimolo a grattare è importante per non esporsi a sovra-infezioni.
Se si esce e non si è portato con sé nulla per le punture, una foglia di piantaggine strofinata sul punto assolve grandemente al fabbisogno.
Applicare al ritorno un impacco di acqua e aceto.


I prodotti consigliati in questo articolo:


Elettra Erboristeria
Rimedi Naturali Personalizzati
Cornedo Vicentino Vi

 

Se hai spesso i crampi, potresti essere in carenza di sale.

Il sale (cloruro di sodio) è indispensabile per:

  • l’equilibrio elettrolitico nel corpo,
  • la funzione muscolare,
  • modula la pressione,
  • permette la comunicazione tra le cellule,
  • abbassa l’acidità cellulare e renale.

Specialmente quando è caldo sudiamo per mantenere bassa la temperatura, ma nel frattempo perdiamo sali e sodio.
Si può avere una pressione alta in estate da carenza di sodio.

Per apportare sale non si intende usare cibi preparati, salati, coretti, dolci, perché qui c’è troppo sodio e poco degli altri minerali.
Se accusi stanchezza al mattino, sfinimento durante il giorno, un gonfiore che non ha senso, usa il sale da cucina sui tuoi piatti preparati in cucina e ricorda di bere.

PS. Se integri sali minerali controlla il contenuto, a volte potassio e magnesio non bastano.
Nel >> 🌿 Regobasic della Pegaso c’è anche Sodio oltre che Potassio, Magnesio, zinco e Ferro.
Utilissimo per integrare la perdita di minerali da sudore, da sport, da dieta squilibrata.

Cerca nel sito www.elettraerboristeria.com trovi moltissimo materiale per comprendere i sintomi del corpo e rimedi naturali.


I prodotti consigliati in questo articolo:


Elettra Erboristeria
Rimedi Naturali Personalizzati
Cornedo Vicentino Vi

 

Nel nostro corpo gli organelli deputati a produrre energia sono i mitocondri.

Quando i mitocondri sono ‘affamati’ significa che non lavorano bene e di conseguenza possiamo accusare disturbi di vario genere.

Quello più facilmente riconoscibile è dato dalle mani fredde, tanto fredde da sembrare ghiacciate.
Un altro disturbo è la facilità con cui si crea l’acido lattico che di conseguenza provoca dolori muscolari.
Ma anche varie malattie autoimmuni e l’invecchiamento dipendono dalla difficoltà di lavoro dei mitocondri.

Cosa aiuta il mitocondrio nel suo lavoro?

Il cibo.

Perché quello che mangiamo può determinare la nostra salute o la nostra malattia.

E dunque, cosa mangiare?

I polifenoli, specialmente alcuni tra cui il resveratrolo.

Esso si trova contenuto nelle bucce dell’uva esposta al sole, in tutte le verdure e nei fichi d’India.
Questo polifenolo è precursore del coenzima.

Anche le fragole e l’angelica contengono degli elementi che sono precursori del coenzima Q10 (acido vanilico).

A volte non basta il cibo e serve integrare il coenzima Q10 stesso (detto anche vitamina Q).

Purtroppo alcuni farmaci limitiamo la sintesi del coenzima Q10, questi farmaci sono le statine per controllare il colesterolo e i bifosfonati per l’osteoporosi.
È saggio integrare a periodi il coenzima Q10 se si assume statine, bifosfonati, se si soffre di malattia autoimmuni e se non si mangia poca verdura.

Per altre info sui mitocondri, cerca nel sito www.elettraerboristeria.com , ci sono altri articoli a riguardo molto interessanti.

Elettra Erboristeria
Rimedi Naturali Personalizzati
Cornedo Vicentino Vi

 

Ci sono persone che amano il caldo e aspettano 7 mesi che arrivi, e persone che lo odiano profondamente.

Di solito chi odia il caldo tende ad avere una sensazione di sfinimento, di ottundimento o male alle gambe, proprio a causa del caldo.
Se sei tra queste persone prenditi cura del tuo stare bene e quando è caldo applica strategie mirate:

  • bevi a sufficienza durante il giorno
  • integra sali minerali >> 🌿 Regobasic
  • addiziona all’acqua con karkadè
  • immergi i piedi in acqua fredda alla sera o acqua con gocce del bagno salvia Dr.Hauschka (per riequilibrare il calore e disperderlo)
  • mangia più verdura e frutta,
  • spalma sulle gambe un gel freddo o gel con olio essenziale di menta.

Trovare le azioni e i comportamenti più adeguati per sopravvivere alla calura estiva migliora lo stato di benessere.
Il karkadè per la medicina antica è una pianta che rinfresca, ammorbidisce, apporta sali minerali.
La trovi sfusa, in bustine, o nelle miscele di infusi di frutta con rosa canina, mela, mirtillo ecc.
È bello da vedere e da gustare con il suo colore rosso vivo.


I prodotti consigliati in questo articolo:


Elettra Erboristeria
Rimedi Naturali Personalizzati
Cornedo Vicentino Vi

 

Sono come piccole bollicine rosse che si presentano attorno alla bocca, oppure sulle braccia o sui piedi.

Possono dipendere da una sensibilità all’istamina, causata da cibi stagionali come pomodori, fragole, albicocche.
La prima azione saggia è sospendere o limitare questi cibi per alcuni giorni.

È solo l’assunzione a crudo che crea questa risposta, quindi pomodoro al forno o cotto e frutta cotta è possibile mangiarla.
Nel frattempo è bene prendere qualcosa che moduli la risposta allergica come >> 🌿 Ribes, Vit D e in caso di bambini >> 🌿 Bimbiotic che contiene noce e serve proprio per riequilibrare l’intestino.

Perché ogni allergia ha inizio nell’intestino.

È altresì utile prendere un po’ di minerali per moderare l’acidosi tissutale come >> 🌿 Regobasic.

Se la reazione cutanea è data dai cibi e non da altri disturbi scomparirà in pochi giorni.


I prodotti consigliati in questo articolo:


Elettra Erboristeria
Rimedi Naturali Personalizzati
Cornedo Vicentino Vi

 

Questi rimedi sono indispensabili per affrontare i piccoli accidenti domestici.

È ottimo averli in casa a portata di mano, specialmente quando la situazione si fa critica ed è sabato sera o domenica.
Essi possono salvarci da serate infernali o da una notte insonne.

I nostri aiutanti sono:

  • argilla verde ventilata
  • olio essenziale di Lavanda, meglio se varietà spigo o Elicriso
  • crema calendula
  • aloe vera gel
  • olio iperico

In caso di scottatura da sole, senso di bruciore sulla pelle, irritazioni da punture o abrasioni, ferite sui piedi o bolle da sfregamento, uno o 2 di questi rimedi possono veramente sorprendere.

>> 🌿 Argilla

Sulla pelle bruciata dal sole, che scotta o presenta rossori l’argilla ha un effetto calmante immediato che solleva dal dolore.
L’argilla va stesa in uno strato di 1 cm.
Si lascia agire finché è secca e si toglie delicatamente bagnandola di acqua.
Una volta tolta l’argilla bisogna stendere un poco di aloe gel o calendula con l’aggiunta di olio essenziale di lavanda.
Questo abbinamento permette un recupero molto veloce.

>> 🌿 Lavanda

Se la pelle presenta ferite aperte l’olio essenziale di lavanda è l’ideale.
Si mescolano 5-7 gocce di olio essenziale in poco gel di aloe o crema alla calendula e si stende delicatamente sulla parte ferita.
Si può ripetere più volte al giorno, anche senza coprire la parte per lasciala respirare.

>> 🌿 Iperico

Per ferite slabbrate.
L’olio di iperico aggiunto a olio essenziale di lavanda crea un mix che stimola la rigenerazione del tessuto mantenendo un effetto antibatterico e antivirale.
Attenzione a non esporsi al sole con la pelle unta di olio di iperico.

Questi rimedi sono semplici, economici, potenti e indispensabili.
Specialmente olio essenziale di lavanda spigo, deve essere sempre presente nel sacchettino dei rimedi, assieme ai cerotti, quando partiamo per gite fuori porta.
Versatile, comodo, innocuo ed efficace è un rimedio da avere sempre con sé.


I prodotti consigliati in questo articolo:


Elettra Erboristeria
Rimedi Naturali Personalizzati
Cornedo Vicentino Vi

 

error: Il contenuto è protetto!!