I rimedi naturali sono preziosi strumenti che possono aiutare a curare disturbi più comuni senza ricorrere ai farmaci.

Il fiori di sambuco possiedono un aroma delicato e leggermente dolce, possono essere assunti da adulti bambini sia in sciroppo che tisana.

È tempo di raccogliere il sambuco e usarlo per preparare:

  • sciroppo di sambuco,
  • seccare i fiori da usare in tisana,

I fiori di sambuco, migliorano il ricambio, cioè attivano i processi di depurazione migliorando la circolazione e il drenaggio linfatico in più contengono flavonoidi.
I flavonoidi sono composti di difesa che le piante creano per proteggersi dai raggi solari e hanno molte proprietà interessanti.
I flavonoidi sono:

  • antiallergici,
  • antinfiammatori,
  • antiossidanti,
  • antiaggreganti piastrinici,
  • antivirali,
  • antiradicali liberi,

Specialmente la Rutina (un tipo di flavonoide), che è contenuto nei fiori di sambuco, ha un effetto protettivo sui capillari e migliora la circolazione delle sangue nelle vene, diminuendo l’insufficienza venosa.
Aggiungere fiori di sambuco ad un infuso di mirtillo rinforza l’effetto flebotonico e si crea una bevanda salutare e saporita.
Con pochi gesti, come bere una buona tisana si può fare tanto per la propria salute.


I prodotti consigliati in questo articolo:


Elettra Erboristeria
Rimedi Naturali Personalizzati
Cornedo Vicentino Vi

 

In base alla dieta e alla quantità di fibre, si può scaricare feci da una a tre volte al giorno.

L’organismo umano assorbe, elabora, costruisce, demolisce e compie altre mille reazioni, ma questo comporta la creazione di scorie che devono essere eliminate.
Scaricare regolarmente è indispensabile per una buona pulizia dell’organismo.
“Come” si scarica è altrettanto importante.

Le feci dure, rotonde a pallini, piccole, spezzettate, a rate, mostrano il problema.
Anche scaricare regolarmente ogni 2 giorni è considerata stitichezza.
Per aiutare a risolvere la stitichezza si può ricorrere alle piante emollienti che portano buona umidità e ammorbidiscono le feci .
Piante ammorbidenti:

  • Altea
  • Malva
  • Liquirizia
  • Finocchio

Da prendere in tisana, sono delicate e amabili, si possono accompagnare con frutti rossi per rendere la miscela gustosa e piacevole.
Per chi non ama le tisane si trovano le capsule di estratti secchi.
Per il finocchio e la liquirizia esistono anche le gocce (tintura madre) per una stitichezza leggera.
Bere tisane emollienti assieme a:

  • una buona idratazione,
  • uso di grassi buoni,
  • presenza costante di verdure miste nel pasto,
  • bere piante amare o tisane amare per stimolare il fegato, dovrebbero dare buoni risultati.

La stitichezza risponde anche all’introduzione di:

  • semi di lino,
  • rabarbaro (leggero lassativo),
  • movimento,
  • controllo del diaframma.

In più una stitichezza reiterata spesso sovraccarica il cuore, quindi a maggior ragione dobbiamo prenderci cura dell’intestino.

 


I prodotti consigliati in questo articolo:


Elettra Erboristeria
Rimedi Naturali Personalizzati
Cornedo Vicentino Vi

 

Il 2022 è un anno speciale per l’Italia e gli oli essenziali.

Il Policlinico Gemelli in collaborazione con gli Uffizi, hanno pubblicato uno studio per restaurare una tela antica.
La tela si trova nel soffitto ligneo della Terrazza delle Carte geografiche della Galleria degli Uffizi.
La tela si chiama: “Il Silenzio”, di Jacopo Zucchi, del 500 d.c. (pupillo del Vasari).
La tela era infestata da funghi che ne compromettano la stabilità e la durata.

Per curare questa infestazione per la prima volta è stata usata una miscela di oli essenziali e idrolati (arancio amaro e cannella).
Sono stati usati gli oli essenziali perché sono antimicotici ed antivirali ad ampio spettro, ma non danneggiano né la tela né le persone.
La tela è stata trattata con un procedimento particolare e il risultato è stato ottimale.

Per leggere la storia più dettagliata, clicca qui >> 🌿 Finestre sull’ Arte
Gli oli essenziali sono prodotti speciali, conoscerli e usarli è una grande risorsa.

Elettra Erboristeria
Rimedi Naturali Personalizzati
Cornedo Vicentino Vi

 

La formazione, il movimento e la distribuzione degli umori (liquidi nel corpo), erano il modo in cui gli antichi spiegavano tutte le malattie del corpo.

Se si soffriva di catarro o gonfiori freddi alla gambe, c’era uno squilibrio dell’umore “umidità”= flemma.
Se si presentava un dolore pungente, bruciante come l’herpes, c’era uno squilibrio dell’umore fuoco.
Se invece il problema era collegato con rossore, calore e senso di pienezza come un ascesso, l’umore squilibrato era il sangue.
Ed infine tutto ciò che rallentava, incavava, incurvava, scuriva era un problema dell’umore terra.

Sebbene sia un sistema di pensiero medico antico, superato e quasi dimenticato, possiede una sua forza, ci dà la possibilità di capire le manifestazioni corporee e metterle in ordine, un metodo che affascina e ci aiuta ancora oggi.

Avere dei disturbi presenti in parti diverse del corpo, ma che possono essere riconducibili allo stesso umore scompensato è predittivo una risoluzione più veloce e leggera.

Per ogni umore scompensato esiste una miscela di piante adatta a riequilibrarlo.

Erboristi che conoscono e studiano la medicina antica sanno preparare tisane per disturbi adatti agli umori: fuoco, aria, acqua, terra.

Per esempio:

    • Ibisco per fuoco.
    • Bardana per aria.
    • Ginepro per acqua.
    • Melissa per terra.

Elettra Erboristeria
Rimedi Naturali Personalizzati
Cornedo Vicentino Vi

 

La salute della bocca passa attraverso il buon equilibrio della flora batterica presente in bocca: il microbioma orale.

Pulire e disinfettare con una buon dentifricio, collutorio, filo è una pratica indispensabile, ma a volte non basta.
Il microbioma orale può alterarsi a causa di batteri che si organizzano in strutture resistenti alla pulizia: il biofilm.

Per contrastare il biofilm può tornare utile sciacquare la bocca con un olio di base addizionato ad una miscela di oli essenziali.
Miscela:

    • 12 ml olio di albicocca o altro olio delicato,
    • 1 ml olio essenziale pepe nero,
    • O.5 ml olio essenziale lauro nobile,
    • 0.5 ml olio essenziale mentaj campestre,
    • 0.5 ml olio essenziale basilico,
    • 3 gocce in bocca, massaggiare, 1 settimana al mese,
    • In caso di infezioni, applicare 3 gocce ogni 2 -3 ore fino a risoluzione.

(Aromatherapie- Dominique Baudoux)
Nel portale mondiale medico >> 🌿 Pub Med si trovano studi che confermano l’uso degli oli essenziali per contrastare il biofilm.

 

Elettra Erboristeria
Rimedi Naturali Personalizzati
Cornedo Vicentino Vi

 

Un tempo, quando non c’erano laboratori disponibili e la possibilità di fare analisi del sangue, per controllare la funzionalità del corpo, si osservavano le sue secrezioni.

La conoscenza era precisa e ordinata, basata sull’esperienza tramandata di generazione in generazione dalla classe medica e dai guaritori.
Ecco cosa scriveva Avicenna, (medico, filosofo, matematico persiano vissuto nell’anno 1000), nel suo trattato “Il canone della medicina” usato come “bignami” per i neo medici fino al XVIII sec.

Tipi di pipì:

    • Pipì bianca- chiara: cattiva digestione, presenza di freddo, fegato che non lavora bene.
    • Pipì giallina: buon lavoro del fegato, eliminazione di scorie corretta.
    • Pipì gialla carica: troppe scorie epatiche, fegato in difficoltà (troppa bile gialla).
    • Pipì trasparente: insufficiente digestione.
    • Pipì torbida: buona digestione ma troppe scorie umide dal corpo.
    • Pipì senza odore: digestione incompleta.
    • Pipì con un odore eccessivo: la malattia è nella vescica (batteri, cistite).

Osservare se stessi è una buona pratica per conoscersi e/o per descrivere ciò che ci succede al medico.

Per migliorare l’urina, le tisane digestive o quelle diuretiche possono aiutare a mantenere un corretto colore della pipì.

Tisana digestiva >> 🌿 Digestiva

Tisana diuretica >> 🌿 Diuretica


I prodotti consigliati in questo articolo:


Elettra Erboristeria
Rimedi Naturali Personalizzati
Cornedo Vicentino Vi

 

I virus sono agenti patogeni piccoli e resistenti.

Cercano un organismo per poter replicarsi e vivere.
Ne sono un esempio varicella, Herpes, fuoco di s. Antonio e influenze.

Ma che determina la gravità dell’infezione non è la “cattiveria” del virus, ma la debolezza della persona che lo ospita.
Infatti la citazione più famosa di Claude Bernard è: “Il microbo è nulla il terreno è tutto.”

Le epatiti sono dei virus e sono patologie che segnano la vita.

Il ruolo della vitamina D è determinante nel contenere la gravità dell’infezione.

La capacità del virus dell’epatite B di replicarsi è stata correlata alla carenza di vitamina D.

Una buona dose di Vitamina D nel sangue, impedisce la replicazione virale.

Ecco uno studio che ne parla. >> 🌿 Pud-Med
La vitamina D va integrata a dosaggi corretti, funzionali, non solamente di correzione di carenza (cioè il minimo sufficiente per avere una funzione fisiologica).

Il massimo esperto di Vitamina D nel mondo il Dr. Holick, endocrinologo suggerisce per i bambini una dose di 200-250 ui per kg di peso.
E suggerisce di continuare ad integrare fino a che non si soggiorna al mare.
Per un’integrazione corretta sentire il pediatra o il medico di base.


I prodotti consigliati in questo articolo:


Elettra Erboristeria
Rimedi Naturali Personalizzati
Cornedo Vicentino Vi

 

Si sente spesso parlare del microbioma intestinale, da cui dipendiamo per moltissime funzioni metaboliche.

Ma c’è un altro microbioma ugualmente importante: il microbioma orale.

In bocca convivono più di 700 specie di batteri.

Essi vivono senza disturbare la persona, finché la barriera in bocca è integra.
Quando la persona è iper-stressata, mangia male, ha un’abbassamento delle difese, soffre di diabete, non cura l’igiene, fuma, ha denti devitalizzati, soffre di sinusite o tonsillite cronica, la barriera protettiva orale viene danneggiata.

Il cavo orale è un luogo altamente vascolarizzato e se la barriera viene a mancare, i batteri passano velocemente nel circolo sanguigno, creando disturbo, infiammazione, riacutizzazione delle malattie.

Alcune malattie dipendono direttamente da questa barriera alterata:

    • psoriasi,
    • ascessi,
    • granulomi,
    • endocarditi,
    • scarlattina,
    • malattie reumatiche,
    • fascite necrotizzante collo e mascella,
    • cellulite,
    • eresipela.

Avere cura della propria bocca è fondamentale per la salute, grazie una buona igiene orale.

Fare 2 volte all’anno la pulizia dei denti se sono accavallati e 1 volta all’anno se i denti invece sono a posto, per non accumulare tartaro.

Usare un coluttorio o oli essenziali ad ogni lavaggio dei denti, completa l’igiene orale.
(Dr. Alessandra Carrera)

Un colluttazione ideale è >> 🌿 Dr.Hauschka Colluttorio alla salvia


I prodotti consigliati in questo articolo:


Elettra Erboristeria
Rimedi Naturali Personalizzati
Cornedo Vicentino Vi

 

Quando si notano depositi gialli attorno agli occhi, come palline o sacchettini gialli, siamo di fronte ai xantomi o xantelasmi.

Iniziano nella zona oculare verso il naso, spesso nella parte superiore, poi possono allargarsi e formarsi nella parte sottostante, fino a formare un cuscinetto giallognolo.
Un tempo si credeva fossero indicatori di soli disturbi epatobiliari o glicemici.

È utile indagare i valori ematici per capire se siamo di fronte a disturbi epatobiliari, di trigliceridi, possibile ipotiroidismo, diabete o problemi al fegato.

I depositi lipidici non si limitano alla zona oculare, spesso si formano anche in corrispondenza dei tendini, creando problemi di sensibilità, dolore, mancata elasticità.

Il corpo con i suoi segni, se sappiamo osservarli , ci donano un grande aiuto per comprenderne le debolezze, i bisogni, le forze.
(Dr. Anton Markgraf)

Elettra Erboristeria
Rimedi Naturali Personalizzati
Cornedo Vicentino Vi

 

error: Il contenuto è protetto!!