Nel nostro corpo gli organelli deputati a produrre energia sono i mitocondri.

Quando i mitocondri sono ‘affamati’ significa che non lavorano bene e di conseguenza possiamo accusare disturbi di vario genere.

Quello più facilmente riconoscibile è dato dalle mani fredde, tanto fredde da sembrare ghiacciate.
Un altro disturbo è la facilità con cui si crea l’acido lattico che di conseguenza provoca dolori muscolari.
Ma anche varie malattie autoimmuni e l’invecchiamento dipendono dalla difficoltà di lavoro dei mitocondri.

Cosa aiuta il mitocondrio nel suo lavoro?

Il cibo.

Perché quello che mangiamo può determinare la nostra salute o la nostra malattia.

E dunque, cosa mangiare?

I polifenoli, specialmente alcuni tra cui il resveratrolo.

Esso si trova contenuto nelle bucce dell’uva esposta al sole, in tutte le verdure e nei fichi d’India.
Questo polifenolo è precursore del coenzima.

Anche le fragole e l’angelica contengono degli elementi che sono precursori del coenzima Q10 (acido vanilico).

A volte non basta il cibo e serve integrare il coenzima Q10 stesso (detto anche vitamina Q).

Purtroppo alcuni farmaci limitiamo la sintesi del coenzima Q10, questi farmaci sono le statine per controllare il colesterolo e i bifosfonati per l’osteoporosi.
È saggio integrare a periodi il coenzima Q10 se si assume statine, bifosfonati, se si soffre di malattia autoimmuni e se non si mangia poca verdura.

Per altre info sui mitocondri, cerca nel sito www.elettraerboristeria.com , ci sono altri articoli a riguardo molto interessanti.

Elettra Erboristeria
Rimedi Naturali Personalizzati
Cornedo Vicentino Vi

 



Tutte le persone hanno bisogna del coenzima Q10.

 

È un coenzima prodotto dal corpo, importante nei processi di produzione di energia .

Le persone che soffrono di cuore o di reni , hanno un bisogno aumentato di coenzima Q10.

Questo perché il cuore e i reni, sono organi che necessitano continuamente di energia per svolgere il loro lavoro 24 ore su 24.

L’ energia viene prodotta dai nostri mitocondri , deve essere disponibile continuamente, ma per produrla, serve il coenzima Q10.

Le statine, limitano la produzione di coenzima Q10.

Per chi assume le statine per il colesterolo alto, o chi ha una debolezza di cuore o reni , è saggio integrare il coenzima Q10.

Anche le persone che assumono antidepressivi , betabloccanti e barbiturici hanno bisogno di integrare il Q10 .

( dr Ivan Martellato ).


Elettra Erboristeria
Rimedi Naturali Personalizzati
Cornedo Vicentino Vi

#mitocondrio #memoria #difeseimmunitarie #salutementale #cornedovicentino #rimedinaturali #elettraerboristeria #statine #colesterolo #coenzimaq10 #fuoco

error: Il contenuto è protetto!!