Tag Archivio per: acidità

Disturbi di stomaco in primavera

Lo stomaco è più sensibile specialmente durante due stagioni specifiche: primavera e autunno.

Durante queste due stagioni può capitare che si ripresentino sintomi accusati in passato come l’insufficienza digestiva, oppure, oltre che presentarsi sintomi nuovi, possono riacutizzarsi disturbi di stomaco mai superati.
Quali sono i sintomi dovuti a problemi legati allo stomaco?
Acidità, reflusso, nodo alla gola, bocca amara al mattino, alito cattivo, senso di peso sullo stomaco, lingua patinata, mancanza di appetito, gonfiore appena mangiato, presenza di pezzi di cibo nelle feci, nausea e a volte tachicardia.

In questi casi cosa si può fare?

Ridurre il consumo di cibi difficili da digerire per lo stomaco come:

  • insalatone
  • yogurt
  • grandi piatti di pasta o riso
  • pizze alla sera (eccesso di amido).
  • verdure a vapore (troppo ricche di acqua).
  • macedonie
E poi è bene BERE! Che cosa in particolare?
Cercare di bere dopo i pasti tisane digestive, composte da piante riscaldanti come finocchio, anice, cannella, tiglio, melissa, camomilla (tisana digestiva) o assumere amari digestivi ( Bilixir o Amaro Alchemico).

Per chi ama i prodotti fatti in casa, il vino amaro è ideale >> 🌿 Clicca qui per sapere come fare!

Se non basta o si è di fretta è possibile coadiuvare la funzionalità dello stomaco con gocce di piante specifiche:

  • fico in gocce (aiuta lo stomaco, l’intestino e solleva dall’ansia) >> 🌿  Ne parlo in questo articolo!
  • amaro alchemico (mix di piante amare)

E poi ancora è possibile aggiungere al pasto degli enzimi digestivi (Pegastrit Pegaso) oppure l’ananas in capsule (Ananas Cento Fiori).

Digerire bene è la prima importante tappa da controllare per mantenere un corpo sano.

 

I prodotti consigliati in questo articolo:

 

 


Elettra Erboristeria
Rimedi Naturali Personalizzati
Cornedo Vicentino Vi

Come proteggersi dall’acidità dopo la cena?

 

Si avvicinano le feste, ci si ritrova per stare assieme.

Questo stare assieme spesso è accompagnato dalla condivisione di un pasto.

Ma per chi non è abituato a mangiare alla sera, per chi mangia poco, o mangia presto rispetto agli inviti a cena, come proteggersi?

Regole basilari

  • cercare di mangiare poco
  • finire con una tisana amara e digestiva o con un amaro digestivo (es. Amaro Alchemico Cento Fiori).
  • prima di andare a letto assumere un po’ di sali minerali citrati (es. Regobasic Pegaso)
  • prendere 1 capsula di glucomannano.

La tisana o l’amaro digestivo aiuta stomaco e fegato.

I sali citrati aiutano lo svuotamento gastrico e combattono l’acidosi.

Il glucomannano crea un tappo alla risalita di cibo o acidi dallo stomaco.

Questi accorgimenti dovrebbero bastare per permettere un buon sonno.

Se ci si sveglia disturbati o con acidità, un po’ di sali e se è il caso, aggiungere un’altra capsula di glucomanano.

Dormire bene è importante, e aiutare il corpo a lavorare bene ancora di più.

P.S. Senti sempre il tuo medico per valutare e regolare l’assunzione di integratori.

Il glucomannano non va assunto vicini o in contemporanea a farmaci.

Per le proprietà del glucomannano cerca nei post passati.

 


Elettra Erboristeria
Rimedi Naturali Personalizzati
Cornedo Vicentino VI

Il reflusso è un sintomo , non una diagnosi .

Il sintomo è la parte che si mostra , quando si ha un problema allo stomaco.

Si avverte quando uno stomaco lavora poco, lavora con difficoltà e perde la sua funzionalità.

Più precisamente, la valvola che chiude lo stomaco nella parte superiore, resta aperta ( cardias = vicina al cuore ).

Dall’apertura del cardias, possono salire i vapori o i succhi acidi , creati dallo stomaco per svolgere la sua funzione digestiva.

Non è il reflusso da solo, da trattare , sarebbe come fare un lavoro a metà.

È lo stomaco da rinforzare, sostenere , aiutare a tornare a lavorare in modo adeguato.

Sintomi:

Quando senti la voce roca al mattino, se accusi male in gola o soffri di una tosse insistente , quando hai la bocca amara o patinata, acidità dopo pasto, alito cattivo, potrebbero essere tutti disturbi causati dal reflusso .

Cibi:

Mangiare minestre liquide, definite leggere o bere molti liquidi durate un pasto, diluisce i succhi gastrici , peggiorando la capacità digestiva, con conseguente aggravamento del reflusso.

Finché non senti il medico per definire chiaramente la patologia o il disturbo, mangia cibi asciutti, mangia una cena leggera, lascia stare i latticini e gli yogurt, e diminuisci gli amidi a pasto.

Bevi camomilla e tisane amare prima o dopo il pasto.

Assumi marmellata di mele cotogne .

Prodotti:

Aiuta lo stomaco con il fico in gocce , e succhia della liquirizia pura.

Digerire bene è il primo step per stare in salute.

Elettra Erboristeria
Rimedi Naturali Personalizzati
Cornedo Vicentino Vi


 

Lo Stomaco e il Ficus Carica gocce

Le gocce di fico sono usate per aiutare lo stomaco nei momenti di difficoltà.

La sua azione specifica è nei disturbi alla pancia, nei disordini digestivi, ulcera, colite e colon irritabile, gonfiore, acidità, gastrite e nausea.

È spesso associato a :
  • Tiglio gocce,
  • Ontano nero gocce,
  • Tisana per lo stomaco (Malva, Finocchio, Liquirizia, Camomilla, Anice o Melissa)
Oltre che sullo stomaco e sulla digestione agisce anche in caso di Stress. Prescritto da un medico, può essere usato con tranquillità anche in gravidanza.
Il Fico gocce è preparato partendo dalle gemme della pianta appena raccolte in primavera. Viene fatto macerare in alcool, poi filtrato e diluito con glicerina. Ha gusto delicato e piacevole.

La gemmoterapia nasce in Francia nel 1959, poi confermata da studi clinici e analitici nel 1971.

I massimi studi Italiani sono stati portati avanti e confermati dal Dr. Fernando Pitera’ e dal prof. Marcello Nicoletti, Ordinario di Biologia Farmaceutica Ambientale della “Sapienza” di Roma.

Per ottenere l’efficacia descritta le gocce devono essere raccolte e preparate con cura.

Assunte durante il giorno in un po’d’acqua, aiutano nei disturbi di stomaco che si presentano in Primavera.
Possono aiutare anche a gestire sia l’istamina , che l’ansia.

 


Elettra Erboristeria
Rimedi Naturali Personalizzati
Cornedo Vicentino Vi

In controluce tre cuori appesi , trasparenti, fatti di carta velina

 

Lo stomaco ha bisogno di calore per lavorare bene.

Uno stomaco che possiede calore a sufficienza, ‘cucina’ bene i cibi , li spezza e li prepara per essere digeriti nell’intestino.

Ma lo stomaco è un organo che tende a perdere calore se fatto lavorare male .

Quante volte si sente il desiderio di porre qualcosa di caldo sulla pancia, dopo aver mangiato?

Oppure ci si trova bene bevendo qualcosa di caldo a pasto?

Queste azioni mostrano uno stomaco in difficoltà nella sua capacità di possedere calore e lavorare bene.

A volte si ha un senso di acidità o bruciore, dopo il pasto. Questo sintomo spesso è confuso con un’ iper-acidità dello stomaco e vengono prescritti gli inibitori di pompa.

Invece in questo caso, lo stomaco non lavora bene , è in rallentamento, il cibo ristagna e mostra un’ acidità da lentezza dello svuotamento.

C’è bisogno di smuovere la digestione , non inibirla.

Spesso bastano un po’ di minerali citrati, per risolvere il sintomo, e aiutare a svuotare lo stomaco.

Se lo stomaco lavora male, e viene rallentato ulteriormente, i cibi non preparati adeguatamente e non disinfettati da un succo gastrico acido , creano problemi all’ intestino , con sintomi quali gonfiore, aria , diarrea, candida.

Parlane con il medico per trovare la cura giusta.

In più per aiutare lo stomaco a lavorare bene si può :

– masticare i cibi , specialmente gli amidi.
– limitare la frutta cruda e la verdura cruda, ( a parte radicchio e rucola, cipolla e simili) o mangiare la verdura ber aromatizzate con : pepe, lievito, gomasio, salsa di soia, aromi, semi misti.
– bere acqua calda o tisane a pasto.
– aiutare l’intestino con dei fermenti .
– assumere i carboidrati ( ne abbiamo più bisogno rispetto all’estate per affrontare il freddo) nel pasto assieme a proteine e verdura e non mangiarli da soli in un pasto abbondante.

PS. Se hai la lingua patinata di bianco, sei in carenza di acidità.


Elettra Erboristeria

Rimedi Naturali Personalizzati

 

Le cause di una disbiosi intestinale ( pancia gonfia, aria, tensione addominale) sono da ricercare nella dieta carente di vegetali, nell’assenza di cibi fermentati, nelle fermentazioni addominali per permeabilità intestinale e nell’uso frequente di antibiotici.

Per ripristinare un buon ambiente intestinale è utile usare un fungo , da solo o assieme a fermenti.

Il fungo è il boulardi. ( io conosco l’ Axiboulardi della Pegaso)

Il boulardi è un fungo interessante per le sue azioni :

– ottimo per le diarree da antibiotici
– resiste al succo biliare e all’acidita’ gastrica
– inibisce gram negativi e positivi
– protegge la mucosa

Utile per :

– carenza enzimatica di saccarasi
– stimolare la sintesi di immunoglubuline di tipo A. ( che è la vernice protettiva dell’intestino )
– inibire la crescita di salmonella, candida, escherichia coli, pseudomonas, clostridium)
– diminuire la risposta allergica.
– aumentare le difese
– durante l’uso di antibiotici
– per proteggere chi viaggia

Il Boulardi va preso, 1 dose per ogni antibiotico 1 volta al giorno per almeno 1 mese dopo antibiotico, per evitare ricadute.

Con morbo di Crohn o Aids va preso 3 volte al giorno.

( appunti di uno studio sul saccaromicete Boulardi dell’università di Roma ).


Elettra Erboristeria
Rimedi Naturali Personalizzati
Cornedo Vicentino Vi

La Primavera può aggravare o riacutizzare i problemi di stomaco.

 

Per chi è soggetto a problemi di stomaco, si possono presentare peggioramenti dei disturbi, o un risvegliarsi del dolore.

Si può vere una sensazione di fuoco o dolore come una lama alla bocca dello stomaco, oppure avere un senso di bruciore e peso con gonfiore.

Sono due situazioni opposte, che mostrano due disturbi diversi di stomaco.

1 -Il fuoco con dolore forte, è una gastrite da iperattività dello stomaco.

2 – Il dolore con peso o gonfiore, è stasi.

Nel primo caso, ha una lingua è normale o rossa

Nel secondo caso, la lingua è  chiara o patinata.

Che tisana bere?

In entrambi i casi, una tisana di camomilla può aiutare a riequilibrare il disturbo di stomaco.

La semplice camomilla aiuta la funzione digestiva, regola il movimento dello stomaco , è emolliente ( che protegge la mucosa ), e lenitiva ( mitiga il dolore) .

( effetti fisiologici confermati dal ministero della sanità con decreto 9 Luglio 2012 )

Quindi, appena si avverte un peggioramento dello stato di digestione, non farsi mancare una bella tazza di camomilla, sia come bevanda al pasto che dopo pasto, aiuta.

Se non si digerisce la pizza, si può provare a bere una camomilla durante il pasto.

Se si sente dolore dopo pasto, sorseggiare una camomilla, fatta riposare abbastanza, può far sentire meglio.

Se persiste il dolore, è importante sentire il  medico.

Ps. Non la camomilla solubile che è composta da circa 98% di zucchero e 3 % estratto di camomilla, Quindi non va bene.


Elettra Erboristeria
Rimedi Naturali Personalizzati
Cornedo Vicentino

error: Il contenuto è protetto!!