Articoli

Scopri il carattere del bambino già in gravidanza

  • È possibile conoscere il carattere del bambino finché è ancora in pancia?
    Si. Perché il suo carattere, le sue inclinazioni, sono state plasmate con lui, in lui, fin dal primo giorno del concepimento.
  • Come posso capire che carattere possiede? Ognuno di noi conosce le caratteristiche personali, preferenze, inclinazioni; per esempio il bisogno di mangiare spesso, o di vestirsi di più perché si sente freddo. Con la gravidanza queste caratteristiche personali, possono accentuarsi o cambiare radicalmente. Chi aveva freddo, può sentire caldo, chi adorava i cibi dolci, può andare alla ricerca di cibi amari o salati. Ogni cambiamento, ci mostra la costituzione del bambino, che parla attraverso la mamma e quello che lei sente.
  • Perché è importante capire qual è carattere del bambino, quale parte costituzionale è in lui, predominante? Perché la scelta dei cibi, la suddivisione dei pasti, il bisogno di sonno, la tipologia di vestito (vestirlo leggero o pesante), le debolezze che presenta, dipendono molto dal suo tipo di costituzione. Un bambino caloroso, dove domina l’elemento fuoco, avrà bisogno di poche coperte nel
    letto, e dormirà solo con la tutina, perché si muoverà molto. Al contrario un bambino dove domina l’acqua o la terra, ha bisogno di essere coperto di più. Comprenderne la costituzione, ci aiuta a rispondere in modo più adeguato ai suoi personali bisogni, capire le differenze e rispettarle

La Felicità è un’emozione bellissima.

E’ quell’ emozione frizzante sale dentro, emerge dal profondo del nostro essere, passando dal cervello ai surreni e ritorno ( tale è il giro delle emozioni dentro il nostro corpo).
Quando emerge ha bisogno di essere nominata , chiamata , definita , per possedere una forma chiara ed essere pronunciata.
Riusciamo a definire la nostra emozione quanto più è ampio il nostro vocabolario emotivo.
Solo così è più facile trattenere, ricordare, esperire la Felicità.
Quali parole si possono usare per spiegare la Felicità?
– Allegria, commozione, compiacimento, coraggio, divertimento, eccitazione, esaltazione, euforia, giocosità, gioia, rilassamento, serenità, soddisfazione, pace, appagamento, letizia, godimento, festosità, esultanza, giubilo, rapimento, visibilio, piacere, contentezza.
Più parole usi, più colori sono disponibili per definire la felicità, e viverla in modo più completo.
Quando parli con un figlio, o con un compagno, cerca le parole che spiegano nel miglior modo come ti senti.
È molto diverso rispondere al : come stai?
Sono euforico !
Dal semplice : Sto bene !.
Le parole una volta pronunciate, non muoio, iniziano a vivere. ( Virginia Woolf 1882-1941 ).
Nominare un’emozione è donarle le ali.
Elettra Erboristeria
Rimedi Naturali Personalizzati
Cornedo Vicentino Vi

Quando il ritmo frenetico ci consuma, quando le richieste di attenzioni ci occupano continuamente, quando la mente è troppo piena, o i pensieri corrono veloci , serve qualcosa che ci calmi.

Ascoltare suoni leggeri, morbidi, ovattati, ci riporta a momenti di pausa e tranquilla attesa.
Sono suoni antichi che rimbalzano nella nostra memoria.
Ascoltarli alla sera o come sottofondo rilassano.
Metterli come sottofondo quando si studia, aiuta la memoria.
Nei momenti di pausa attivano meccanismi di serenità.
Ascolta la pioggia, il fuoco, o la natura in questi video, e cerca i suoni che ti risuonano dentro.
La tecnica si chiama ASMR , ( risposta sensoriale apicale autonoma), cerca altri video , dove le persone sussurrano .
Elettra Erboristeria
Rimedi Naturali Personalizzati
Cornedo Vicentino Vi

Quando serve uno spuntino, non ci si vuole rovinare il pranzo, quando è solo un languorino, ecco il panino dolce.

Il panino dolce deve contenere sempre, una parte di grassi.
Pane , burro , marmellata .
Pane , burro, zucchero .
Pane , ricotta, miele .
Pane , burro, crema nocciole .
Pane , crema thain, marmellata .
Pane , crema mandorle , marmellata .
Pane , burro, zucchero, limone .
Pane , crema cocco mandorle dattero .
Pane, noci o mandorle
Pane, frutta cotta
Il pane può essere integrale, di segale, meglio sempre a pasta acida o pasta madre perché fermentato lungamente.
Possono essere usate gallette di riso, di miglio, o di grano saraceno ( le gallette Langalletta sono super buone ) per chi è sensibile al glutine.
Per chi non usa i cereali, le patate dolci sono un buon sostituto.
Elettra Erboristeria
Rimedi Naturali Personalizzati
Cornedo Vicentino Vi

Quando un bambino dice di avere mal di testa , serve capire che tipo di dolore è, e dove si trova.

Per gli antichi il dolore spesso è da ” troppo “.

Un troppo sulla fronte, ha cause diverse da un troppo sulle tempie , o sulla nuca.
A parte le emicranie di competenza medica , un dolore alla testa può essere :
– da carico del sistema linfatico, muco, sinusite .
– da carico del fegato , riscaldo da cibo, o poca acqua.
Capire dove sta lo squilibrio aiuta a sapere cosa fare .
Se carico il sistema linfatico, può esserci anche la lingua patinata, naso un po’chiuso.
Se da carico del fegato, può esserci anche l’alito cattivo, segni rossi sulla pelle.
Per alleggerire il sistema linfatico serve fare movimento, ( il movimento è utilissimo ai ragazzi), diminuire gli amidi e i latticini.
Per alleggerire il fegato, mangiare più verdure. Prendere un depurativo, bere più acqua.
Elettra Erboristeria
Rimedi Naturali Personalizzati
Cornedo Vicentino Vi

Perché una pianta abbia la “patente ” per essere definita “curativa ” deve dimostrare di possedere delle molecole, che portano degli effetti benefici, certi e ripetibili all’organismo.

Ma le piante , non sono macchine, esse sono esseri viventi, e reagiscono in modo diverso a sollecitazioni ambientali di luce, calore, umidità, presenza di parassiti.
Per fare in modo che una pianta possa donare a noi, le molecole che ci servono, bisogna conoscere il suo ciclo vite, il tempo balsamico ( di raccolta) ed è indispensabile saper rispettarla, altrimenti gli anni successivi non ci donerà nulla.
Quindi ?
Ecco come procede da 30 anni, il laboratorio artigianale di fitopreparazione Cento Fiori, di Forlì , per ottenere , ad esempio un “Biancospino” che vale.
-1 – Il Biancospino viene raccolto a Marzo ( per le gemme ) e Aprile / Maggio per le sommità fiorite, in luoghi incontaminati, tra 200-400 ml sul livello del mare.
– 2 – La raccolta deve essere fatta ponendo attenzione a staccare dalla pianta, sommità fiorite non troppo aperte ( tutti i fiori aperti), e non troppo chiuse ( fiori tutti chiusi ), altrimenti la parte di pianta
raccolta non contiene tutti i principi attivi e non è efficace come serve .
– 3 – Il biancospino è raccolto ogni 2 anni, per dare tempo alla pianta di riprendersi.
– 4 – dalla raccolta all’ essiccazione o preparazione di gocce o estratti, deve passare pochissimo tempo.
Dal biancospino si possono preparare capsule e gocce, singole o miste .
Per esempio una miscela per la pressione in capsule, può essere composta da :
Biancospino , Olivo , Aglio .
Una per l’ansia e la pressione in gocce:
Biancospino, Olivo, Cardiaca , Lavanda
Per il medico , saper scegliere la pianta giusta è una sfida di conoscenze .
E poter assumere le piante, per controllare , lenire, sistemare un disturbo è uno dei regali più grandi che riceviamo dal mondo vegetale.
Elettra Erboristeria
Rimedi Naturali Personalizzati
Cornedo vi

Quando il cuore è stanco c’è una tisana che può aiutare.

Che sia per la vita che pesa sull’anima o sulle membra o per la vita frenetica o la tristezza.
Il Biancospino è una pianta che ci può aiutare a mantenere il cuore sano, o può aiutarlo quando è in difficoltà.
Ben tollerato, con pochissimi effetti collaterali, ( da sentire il medico se si assumono farmaci) , può essere sorteggiato , quotidianamente, in tisana .
Ricco di flavonoidi , aiutano a far arrivare più sangue al cuore e quindi nutrirlo maggiormente.
Fa diminuire i battiti se alti, mitiga il nervosismo, modula la pressione alta, controlla il colesterolo ( evita che quello ossidato si attacchi alle pareti delle vene).
In più è antinfiammatorio perché ferma la formazione di precursori delle prostaglandine
contiene Quercitina,che aiuta in caso di infezione da coronavirus ed è diuretica, e molto altro.
Quello che ci serve ricordare è che aiuta il cuore affaticato, stanco, stressato .
Quando c’è la pressione che inizia a salire , o dopo un infarto.
Possiamo sfruttare il suo benefico potenziale associato ad altre piante da bere in tisana.

Tisane

Per stress :
Biancospino 15 g
Melissa         20 g
Escolzia       15 g
Tiglio          20 g
Camomilla romana 10 g
Menta        10 g
Liquirizia 10 g
Per cuore e pressione :
Biancospino 35 g
Olivo              30 g
Lavanda        10 g
Verbena od.  15 g
Arancio fiori 10 g
1 cucchiaio raso per tazza , mettere in acqua fredda, mantenere coperto per non perdere gli oli essenziali presenti.
Appena bolle , spegnere , riposare 10′.
Sorseggiare così o dolcificato con miele.
( da tisane delle Abbazie )
Una tisana da gustare è parte di una sana abitudine.
La salute non è fatta da singoli grandi slanci, ma dai piccoli passi di ogni giorno.
Elettra Erboristeria
Rimedi Naturali Personalizzati
Cornedo Vicentino Vi

Quando si attende un figlio , immaginare come sarà fa parte del processo di costruzione della famiglia che si diventerà.

Sognare come sarà il figlio e immaginare un futuro per lui , è parte della costruzione del posto che occuperà nella sua nuova casa.

Ma cosa succede se il figlio è completamente diverso dal genitore?

Se consideriamo le costituzioni, un genitore fuoco , con difficoltà capirà un figlio terra.

Un genitore fuoco è determinato, tenace, sportivo, tende ad agire, è forte e attivo.

Un figlio terra invece, è riflessivo , prima di agire pensa , non è sportivo, è tenace a modo suo, fragile, spesso solitario e molto molto selettivo di chi e con chi stare.

Oppure , se paragoniamo le costituzioni alle macchine ( leggere il post passato )https://www.elettraerboristeria.com/?s=costituzioni

https://m.facebook.com/story.php?story_fbid=3374097142639290&id=979349145447447

Un genitore autocarro, non potrà mai rispecchiarsi e capire un figlio ” 2 cavalli”.

Sarà solo l’empatia e la comprensione delle diversità che potrà creare l’ambiente ideale perché il figlio possa sviluppare le proprie personali ali .

Perché , non si può volare con le ali di un altro.

Elettra Erboristeria
Rimedi Naturali Personalizzati
Cornedo Vicentino Vi

Lo descrive bene la parola, il Fuoco di S. Antonio è un’eruzione herpetica,  bruciante come il fuoco.
il virus si attacca ad un nervo , brucia da dentro con un dolore forte, che diventa difficile da diagnosticare, se non emerge in superficie con le caratteristiche bollicine rosse con un po’di liquido dentro.
Essendo ‘fuoco’ , come possiamo accompagnare la terapia medica , ascoltando i consigli degli antichi ?
Un disturbo di fuoco , può essere ” spento” usando piante fredde.
Ecco una tisana rinfrescante e adatta alle forme erpetiche :
Bardana 30 %
Curcuma 20 %
Ortosiphon 10 %
Gramigna 10 %
Malva 10 %
Echinacea 10 %
Piantaggine 10 %
Autore dr. Luigi Giannelli .
Le persone fuoco e terra, sono più soggette a disturbi di fuoco , rispetto a persone di costituzione acqua e aria.
Si aggiunge l’impacco di amaro svedese , Ravintsara e Calendula sulla pelle .
Spesso il Fuoco di presenta dopo un periodo di grande stress.
Elettra Erboristeria
Rimedi Naturali Personalizzati
Cornedo Vicentino Vi