Tag Archivio per: curcuma


Inizia nelle piccole articolazioni, che risultando dolenti al tatto e calde.
Poi il dolore svanisce e resta un rigonfiamento.

È l’artrosi. Una degenerazione del tessuto, delle ossa, delle cartilagini delle dita.
Ma perché si manifesta così?

Perché nelle dita? Cosa significa ?

Per gli antichi l’artrosi alle mani era il segno, prima di tutto, di uno stomaco insufficiente.

Il cibo, non digerito bene, restava nel sangue e per non creare danno veniva depositato lontano dagli organi vitali, quali fegato, cuore, polmoni.
La cura, secondo gli antichi, iniziava dal rinforzare e migliorare la digestione, con piante amare e digestive.
Poi si aggiungevano piante antinfiammatorie, come curcuma, china, frassino, equiseto, echinacea.
E si concludeva con qualcosa che purgasse gli umori crudi (cibi non digeriti e non lavorati bene dal corpo) con piante lassative come Rabarbaro e Senna.

Oltre la cura con le piante, si abbinava un’igiene alimentare, eliminando i cibi troppo pesanti, si applicavano compresse sulle mani e sul corpo, si eseguivano orticazioni o si facevano bagni caldi-freddi per stimolare la capacità della pelle di veicolare le “tossine”.

Un approccio a tutto tondo, che poneva la persona al centro.

Una visione d’insieme che anche se non condivisa nella “cura”, oggi può essere recupera come programma a step da seguire.
Per l’artrosi serve un intervento:
  • alla dieta.
  • allo stile di vita.
  • alla capacità di eliminazione.
  • integrando carenze e sostanze funzionali.
  • porre uno sguardo anche alla vita emotiva.

Perché la malattia è sempre di tutto il corpo anima compresa.

Per approfondire >> 🌿  Tisana per le ossa


Elettra Erboristeria
Rimedi Naturali Personalizzati
Cornedo Vicentino Vi

error: Il contenuto è protetto!!