Tag Archivio per: Digiunare.

Una pausa dal lavoro e dagli impegni è fondamentale per rigenerarsi.

Anche la pancia ha lo stesso diritto e beneficia grandemente di una pausa dal cibo.
Un modo diverso per fare pausa senza digiunare completamente è preparare dei pasti solo con frutta.

La frutta può essere di un solo tipo, ovvero mista, mangiata con la buccia dove possibile e di coltivazione sicura o biologica.
La frutta è un cibo fragile perché zuccherino, specialmente se non protetto da bucce spesse come le arance o certe tipi di mele.
Alcuni frutti sono così tanto trattati che mangiarli come pausa dal cibo diventa un peso.

Mangiando frutta di stagione, raccolta dalla pianta o bio, si possono sostituire i pasti in una giornata.
Un tempo venivano consigliati 7 giorni con la frutta per depurarsi in primavera o in autunno.
Per noi, in questa società super-veloce e dove la frutta non è sicura, è possibile:

  • sostituire uno o due pasti al giorno per 1 o 2 giorni alla settimana,
  • mangiare solo frutta per un 1 giorno a settimana.

La frutta se matura e sana, apporta minerali, vitamine, acidi organici importanti per il processo di depurazione e le fibre nutrono la flora batterica intestinale.
Ideale per le persone forti, attive, rosse in viso.
NON è adatto un digiuno con frutta cruda per le persone:

    • freddolose,
    • magre,
    • con la lingua bianca,
    • per chi soffre di problemi di stomaco,
    • per le persone di costituzione terra e acqua,
    • per chi ha una sensibilità all’istamina,

Per tutte queste persone un pasto a frutta cotta può andare bene.
Un pasto a frutta cruda può andare sempre bene, quando la stagione volge al caldo (temperatura sopra i 23 gradi).

Un pasto a frutta può essere bilanciato aggiungendo un po’ di grasso come: mele con burro cocco.
Imparare a fare pause per rigenerare il corpo come un semidigiuno con frutta cotta o cruda allunga la vita.

Elettra Erboristeria
Rimedi Naturali Personalizzati
Cornedo Vicentino Vi

 

Il diabete purtroppo, è come un ospite indesiderato.

Il diabete entra senza avvisare, te lo trovi già seduto in cucina, ha già consumato tutto ciò che avevi in frigo e sporcato tutte le stoviglie.

Quando te ne accorgi e vuoi che se ne vada, il danno è fatto.

I danni da diabete arrivano silenziosi e sono pesanti da portare.

  • Calo importante della vista
  • Neuropatie (non si sentono gambe, piedi e mani)
  • Insufficienza renale
  • Cancrena ai piedi
  • Perdita memoria e attenzione
  • Problemi cardio circolatori

Come valutare per tempo se si ha una tendenza a soffrire di diabete tipo 2?

  • Insulina nel sangue alta
  • Glicemia al mattino sopra i 110
  • Omocisteina fuori limite
  • Sovrappeso
  • Pressione alta sopra 90-140
  • Colesterolo buono basso, Hdl sotto 35
  • Trigliceridi alti

Peggiora:

  • scarso movimento
  • vitamina D bassa

Cosa fare? Digiunare.

Quando si hanno valori mossi, il digiuno aiuta il corpo a riprendersi dal sovraccarico, diminuendo l’apporto calorico giornaliero.
Integrare i rimedi che storicamente coadiuvano l’assetto glicemico, come ginseng, mordica, cromo, miscele di piante con galega, bardana, eucalipto, cannella , fiale di zinco-rame oppure:

una tisana per coadiuvare il diabete >> 🌿 TISANA RE MIDA DIABETE

Misurare la glicemia a casa con un glucometro, che è uno strumento economico e facile da usare.

Prendersi cura per tempo dell’assetto metabolico allunga la vita in salute di 10 anni.
E finché non è tempo di andare e il nostro treno non passa è meglio cercare di vivere in salute.

Elettra Erboristeria
Rimedi Naturali Personalizzati
Cornedo Vicentino Vi

 


I prodotti consigliati in questo articolo:


error: Il contenuto è protetto!!