Tag Archivio per: echinacea

Alla sera sorseggiare una tisana che aiuti a…


Inizia nelle piccole articolazioni, che risultando dolenti al tatto e calde.
Poi il dolore svanisce e resta un rigonfiamento.

È l’artrosi. Una degenerazione del tessuto, delle ossa, delle cartilagini delle dita.
Ma perché si manifesta così?

Perché nelle dita? Cosa significa ?

Per gli antichi l’artrosi alle mani era il segno, prima di tutto, di uno stomaco insufficiente.

Il cibo, non digerito bene, restava nel sangue e per non creare danno veniva depositato lontano dagli organi vitali, quali fegato, cuore, polmoni.
La cura, secondo gli antichi, iniziava dal rinforzare e migliorare la digestione, con piante amare e digestive.
Poi si aggiungevano piante antinfiammatorie, come curcuma, china, frassino, equiseto, echinacea.
E si concludeva con qualcosa che purgasse gli umori crudi (cibi non digeriti e non lavorati bene dal corpo) con piante lassative come Rabarbaro e Senna.

Oltre la cura con le piante, si abbinava un’igiene alimentare, eliminando i cibi troppo pesanti, si applicavano compresse sulle mani e sul corpo, si eseguivano orticazioni o si facevano bagni caldi-freddi per stimolare la capacità della pelle di veicolare le “tossine”.

Un approccio a tutto tondo, che poneva la persona al centro.

Una visione d’insieme che anche se non condivisa nella “cura”, oggi può essere recupera come programma a step da seguire.
Per l’artrosi serve un intervento:
  • alla dieta.
  • allo stile di vita.
  • alla capacità di eliminazione.
  • integrando carenze e sostanze funzionali.
  • porre uno sguardo anche alla vita emotiva.

Perché la malattia è sempre di tutto il corpo anima compresa.

Per approfondire >> 🌿  Tisana per le ossa


Elettra Erboristeria
Rimedi Naturali Personalizzati
Cornedo Vicentino Vi


Si vede dagli occhi quando una persona ha la febbre, prima ancora che il termometro la rilevi.

Gli occhi sono umidi, lucidi un po’ abbacchiati.

Quando gli occhi sono così di solito ci si sente deboli o si ha freddo, a volte si sentono gli occhi pesanti e si ha voglia di stare sul divano avvolti da una copertina.

I bambini possono dare segni di apatia o essere super nervosi .

Questo è il momento di provare la temperatura interna, che può differire poco o molto da quella esterna.

Se la temperatura interna è esterna sono simili o appena divergenti, non ci sono problemi.

Basta stare al caldo e bere una tisana scaccia febbre, spalmarsi di oli essenziali e tutto procede senza intoppi.

Se invece la temperatura interna è molto più alta di quella esterna è il momento di fare attenzione e agire.

Bisogna portare le temperature più vicine possibili.

Cosa fare :

– bere tisane diaforetiche ( scaccia febbre):
* Sambuco, Tiglio, oppure *Sambuco, Rosa Canina, Timo, Issopo.

– riscaldare piedi e mani ( cuscini riscaldanti, borse dell’acqua calda ).

– prendere qualcosa che aiuti il processo della febbre come Ribes, Ecoflog Cento Fiori ( sambuco, echinacea …)

– prendere una purga se non si ha scaricato.

– bere liquidi caldi ( camomilla, Tiglio da solo, amaro alchemico diluito)

– spalmarsi di oli essenziali come Ravintsara o Sinergia Pranarom.

– fare un bagno caldo con Bagno Benessere Dr.Hauschka.

Il fine è portare energia e calore all’esterno ( che presenta una temperatura più bassa ) per equivalere la temperatura interna.

Appena si ottiene questo, allora si può passare a raffreddare il corpo con applicazioni fredde, sia sui piedi o polpacci, che sulla fronte o si sta scoperti.

Se si raffredda un corpo che è ancora freddo all’esterno, non si ottiene l’effetto sperato di portare via calore, perché viene bloccato dentro.

La febbre va capita, monitorata, aiutata e poi fatta dissolvere.

L’aumento della temperatura è un processo impegnativo per il corpo, spesso necessario per uccidere batteri e virus, bloccare o non aiutare questo processo, mette il corpo in difficoltà, proprio quando è più fragile.


Elettra Erboristeria

#pranarom #drhauschka #amaroalchemico #centofiori #difeseimmunitarie #saluteebenessere #salute #oliessenziali #tisane #rimedinaturali #cornedovicentino #elettraerboristeria


L’aria più fresca della sera in autunno ci accompagna dolcemente a desiderare una bevanda calda.

Ecco il momento ideale per preparare una tisana per le difese.

– 20 g eucalipto
– 15 g timo
– 15 g echinacea
– 10 g calendula
– 15 g rosa canina
– 15 g piantaggine
– 10 g menta p.

1 cucchiaio per tazza , 2 cucchiai rasi per mezzo litro .

Bollire 1 minuto coperto. Riposare 15 ‘.

Riscaldare a piacere.

Le tisane per le vie respiratorie sono sorprendenti per la loro velocità di azione .

Leggere ma efficaci, buone e funzionali , sono l’ideale da avere in casa , come abitudine serale e come emergenza nei fine settimana.

Le preparazioni liquide casalinghe : tisana e decotti, hanno valicato i tempi e superato i cambiamenti importanti degli ultimi anni.

Una resistenza tale, mostra solo il cuore buono e efficiente di questa semplice preparazione casalinga.

In più, come una bella tazza di tisana alla sera, può diventare un rito, che è un’ azione ripetuta uguale a se stessa nel tempo .

I riti creano legami, saldano relazioni, governano il tempo perché mettono un confine e impediscono che i giorni scivolino via.


Elettra Erboristeria
Rimedi Naturali Personalizzati
Cornedo Vicentino Vi

#difeseimmunitarie #salutementale #saluteebenessere #salute #dormire #rimedinaturali #cornedovicentino #elettraerboristeria #tisane #echinacea #rito

 Cosa far assumere per aumentare la resistenza ai virus e batteri nei bambini ?

È tempo di iniziare un’integrazione mirata per rinforzare le difese nei bambini e ragazzi.

Una preparazione autunnale, aiuta il corpo ad affrontare la stagione fredda con più risorse e più resistenza.

Oltre alla vitamina D , che è da assumere da Settembre , perché il sole non possiede più le caratteristiche adatte a far produrre la vit D alla pelle, anche se si sta al sole, è utile integrare a cicli , Echinacea o Propoli.

Rimedi storici, sicuri, senza effetti collaterali, proposti da medici e pediatri.

– ” L’ integrazione di piante in autunno ,viene definita ‘ prevenzione ‘, essa rafforza l’organismo nella sua totalità, e permette di ottenere una migliore reattività nei confronti dei germi.

La fitoterapia , può modificare le funzioni dell’organismo e anche la sua risposta agli agenti responsabili di malattie quali germi, allergeni, virus. ” –
( Firenzuoli 1993 – Fitoterapia 3 ed. ).

– La Propoli è antibatterica e antivirale .

Agisce sullo streptococco pneumoniae, aureo, sull’herpes simplex , sull’Adenovirus .
Ha azione antimicotica e anche antinfiammatoria .
È sicura sui bambini a meno che non ci sia allergia conclamata.
In polvere ha un buon sapore ed è facile somministrarla.
Si può usare per 3 settimane al mese , oppure 2 mesi su 3 . –
( Fitoterapia in pediatria – Vitalia Murgia – Giuseppe Ventriglia . Edra ed. 2017 ).

– L ‘ Echinacea è tra le piante su cui sono state fatte maggiori ricerche.

È utile nel trattamento di infiammazioni recidivanti a carico delle vie respiratorie e urinarie .
Accresce il numero dei leucociti, attiva la funzione dei fagociti e ha attività antipiretica –
( Kommission E )

– Se somministrata dai primi sintomi , 50-80 gocce, ha un’efficacia immediata, ed entro 4 giorni, risolve.

Non occorre una somministrazione continua , ma è sufficiente assumerla a cicli. –

( Fitoterapia in Pediatria , Heinz Shilcher – OEMF )

L’Echinacea non va usata in caso di malattie autoimmuni .


Elettra Erboristeria

Rimedi Naturali Personalizzati

Cornedo Vicentino

Quando il mal di testa colpisce la fronte con senso di peso o blocco.

 

Oppure quando la testa fa male a piegarsi e la fronte è fredda.

Quando bruciano gli occhi come per avere la febbre.

Quando si ha tanto freddo ,come dopo un vaccino.

Insieme alla terapia medica, e ai consigli del medico, o finché non si riesce a contattarlo, si può:

– bere tisana di China e Echinacea

– fare impacco di latte cagliato .

Impacco :

 

– Far bollire 1 lt di latte vaccino

– A bollore aggiungere 1 bicchiere di aceto

– Mescolare 2 volte velocemente

– Filtrare subito in un colino con una garza o canovaccio per raccogliere il cagliato

– Strizzare il cagliato con i guanti ( scotta )

– Applicare sulla fronte finché caldo ( attenzione che scorta, porre un asciugamano tra la fronte e il cagliato.

 

Ripetere se necessario, in giornata.

Si può applicare sul petto per forte tosse o catarro.

La tisana di China ed Echinacea , sebbene amara , è un ottimo aiuto per coadiuvare i disturbi post vaccino e sbloccare la sinusite, e se c’è catarro, si aggiunge Enula radice.


Elettra Erboristeria
Rimedi Naturali Personalizzati
Cornedo Vicentino Vi

Il dolore alle mani nella medicina antica aveva un significato preciso.

Quando le mani sono gonfie al mattino, oppure dure e doloranti, se presentano un ingrossamento alle articolazioni, dolorabilità al tocco e gonfiore, possono  definire una malattia a livello delle ossa e delle cartilagini.

Ma da dove parte il problema ?

Di solito lo squilibrio ha origine in un’altra parte nel corpo.

Un disturbo alle mani, secondo gli antichi , ha origine nello stomaco.

È lo stomaco in difficoltà o che digerisce male ( anche senza sintomi chiari ), che è responsabile dei problemi articolari.

Lo stomaco può anche mostrare la sua difficoltà con: gonfiore di pancia, mal di stomaco, patina bianca, bocca impastata, reflusso.

Il lavoro da fare, per risolvere o sollevare i dolori articolari , deve tenere conto di due distretti del corpo : le mani ( infiammazione ), lo stomaco ( insufficienza ).

Quindi in abbinamento alla terapia medica specifica è utile aggiungere qualcosa che aiuti lo stomaco.

1 – Regolare la dieta , riducendo i formaggi o i troppi amidi.
2 – Aggiungere le gocce di gemme di fico e ontano che coadiuvano il benessere articolare.
3 – Massaggiare le mani con un olio di arnica arricchito di olio essenziale di Gaulteria.
4 – Bere una tisana coadiuvante i dolori con Equiseto, Spirea, Echinacea, Ortica.

Perché le terapie integrate , dove ci si prende cura del problema da più parti, tendono ad avere un’ efficacia più sicura e veloce.


Elettra Erboristeria
Rimedi Naturali Personalizzati
Cornedo Vicentino Vi

Si! esiste ancora il colpo di freddo.

Può non essere avvertito per niente , oppure  per un senso di brivido leggero sul corpo, mentre si mangia o si riposa.
Non sembra importante , perché non si trema e  non si battono i denti.
Poi si trasforma in un leggero senso di nausea, che monta fino a far vomitare.
A volte non mostra segni di stomaco,  ma si  manifesta, ore dopo, con mal di pancia, crampi forti e poi scariche, spesso ripetute, vicine e liquide.

Cosa fare:

In questi casi, è importante coprirsi, fino ad avere caldo e sudare , per eliminare il freddo bloccato dentro.
Non mangiare per non caricare la digestione e  bere un poco.
Bere acqua e miele; o acqua,  zucchero, limone; acqua e sali minerali ( come Regobasic); oppure tisane con zenzero .
Aggiungere gocce o tisane diaforetiche o sudorifare come China, Timo, Tiglio, Sambuco, Bardana, Echinacea, Salsapariglia.
Bere pochissima quantità per volta ,  specialmente se si hanno scariche liquide.

Riposare.

E se non ci sono più, le nonne che avvertono: Copriti che è Aprile ! , e il detto recita: Aprile non ti scoprire, dobbiamo fare attenzione da soli.
Limitare o non mangiare,  cibi  prettamente estivi, in questo periodo, come  pomodorini crudi, mozzarelle, risotti freddi o insalatone , specialmente se si soffre di stomaco freddo, o reflusso, gastrite ipo-acida, o se si è di costituzione Terra o Acqua.
Se si mangiano cibi “freddi” , accompagnarli con  bevande calde.
È ancora troppo presto per una dieta estiva,  al mattino sono 3-5 ° C.
Il colpo di freddo è dietro l’angolo .
Elettra Erboristeria
Rimedi Naturali Personalizzati
Cornedo Vicentino

#elettraerboristeria #freddo #maldipancia #vomito #diarrea #scariche #colpodifreddo #aprile #pomodorini #terra #aria #acqua #costituzioni #fisiognomica #naturatermicafresca

La tisana è un modo semplice ed economico per prendersi cura di sé.

Ci sono tisane per aiutare la digestione, per migliorare il sonno , per scacciare i gonfiori, regolare gli zuccheri, aumentare il latte nelle neomamme.
Se preparate con cura, con piante di qualità, sono efficaci.

La tisana che viene in aiuto alle ossa, è così composta:

  • Equiseto
  • Frassino
  • Spirea
  • Liquirizia
  • Echinacea
È ideale per le persone di costituzione Terra o Fuoco.
E’ ottima per chi svolge lavori che stressano le articolazioni, per chi lavora in ginocchio, per chi si muove poco o fa tanto sport, per chi è sempre fermo alla scrivania.
L’equiseto rinforza le ossa, aiuta a eliminare le tossine dai reni, sostiene il collagene .
Il frassino è diuretico e decongestiona il fegato.
La Spirea e l’Echinacea aiutano a sfiammare.
La liquirizia ammorbidisce e protegge lo stomaco, responsabile nel suo lavoro dei problemi articolari.

È ottima di gusto. Facile da bere.

Elettra Erboristeria
Rimedi Naturali Personalizzati
Cornedo Vicentino Vi
error: Il contenuto è protetto!!