Tag Archivio per: freddo

Abitare in pianura o vicino ad un lago ha un’ influenza diversa sia sul corpo che sulla salute.

Ogni luogo ha delle caratteristiche tipiche costituite da elementi che lo formano.

Al mare c’è più sale, che tende a seccare mentre in montagna c’è più freddo.
Al lago c’è più umidità, data dallo specchio d’acqua racchiuso mentre in campagna c’è più ristagno.

Nella medicina antica, per curare una patologia, veniva considerato anche il luogo dove la persona abitava.
E nel consigliare la cura, si teneva conto dell’ambiente ideale perché il processo di guarigione si compisse.

A chi era nervoso, veniva consigliato il lago, a chi soffriva di ristagni e malanni articolari, era suggerito il mare, oppure chi sudava copiosamente, doveva trascorrere del tempo in montagna.

Perché la malattia non è solo un organo o un distretto che non funziona, un accidente che ci prende senza preavviso, possiede un senso e un ordine a cui bisogna dare una nuova direzione.
La medicina antica era saggia.
Recuperare ciò che rimane è indispensabile per non perdere un patrimonio storico e culturale antico.

(tratto da: “Il poema della medicina.” Avicenna)

Elettra Erboristeria
Rimedi Naturali Personalizzati
Cornedo Vicentino Vi

 

Se soffri di psoriasi facilmente vai incontro a disturbi alla tiroide.

Per valutare la funzionalità tiroidea non basta controllare il TSH (ormone tireostimolante) nel sangue, bisogna anche dare uno sguardo d’insieme dosando t3 e t4 (ormoni tiroidei).

Il t4 è l’ormone inattivo, il t3 è l’ormone attivo derivante dal t4.

Se non c’è t3 a sufficienza manca il carburante per far funzionare il nostro generatore, per cui possiamo accusare mani e piedi freddi, stanchezza, sonnolenza.

In più quando la tiroide non funziona, per non lasciarci a secco, il corpo produce più cortisolo, consumando riserve, alterando la flora intestinale, lasciando spazio alla candida.

Il tsh deve essere basso, il t3, t4 , meglio che siano nei range superiori.

Nei cambi di stagione il lavoro della tiroide deve essere ricontrollato, perché i cambi di temperatura richiedono più impegno tiroideo.

Se senti spesso freddo, hai i capelli fragili, perdi memoria, hai problemi di pelle, controlla la funzionalità tiroidea.
(tratto da Metodo Apollo)

La tiroide ha bisogno di ferro, vitamina D, selenio, zinco e iodio per lavorare bene.

Per consigli su sintomi e prodotti cerca nel sito con la lentina 🔍 oppure consulta le pagine:

>> 🌿 TIROIDE

>> 🌿 PSORIASI

 

Elettra Erboristeria
Rimedi Naturali Personalizzati
Cornedo Vicentino Vi

 


Avere uno spasmo doloroso alla pancia è un sintomo chiaro di difficoltà digestiva.

Si può avere il “crampo-spasmo” e poi scaricare in modo molle o senza scarica.

Si può avere crampo-spasmo alla pancia quando:
  • si mangia cibo freddo (verdure cruda, macedonia, frutta cruda).
  • si mangia in ambiente freddo.
  • si mangiano cibi verso cui siamo allergici o intolleranti.
  • si mangia e si prende una grande arrabbiatura.
Cosa fare quando si sente il crampo-spasmo?
Bere qualcosa di caldo e se possibile leggermente amaro, come camomilla, oppure finocchio in tintura madre, o amaro alchemico.
Se la situazione continua a presentarsi, meglio controllare la tiroide, la vit B12.

Elettra Erboristeria
Rimedi Naturali Personalizzati
Cornedo Vicentino Vi

Un qualsiasi disturbo, nel suo nascere o presentarsi, ha delle specificità che sono proprie.

 

Queste specificità possono essere divise in due grandi categorie che ci aiutano a comprendere come agire nell’immediato.

I disturbi possono essere caratterizzati da calore, “brucianti“, oppure mostrano un lato freddo e sono “pesanti“.

Per ogni disturbo si cerca di agire in un primo tempo con il suo contrario, finché non sentiamo il nostro medico per definire una diagnosi corretta.

 

Per esempio:

Un fastidio bruciante nello stomaco ha bisogno di qualcosa che fermi, rallenti, spenga l’acidità.

Un peso sullo stomaco ha bisogno di una tazza di tisana calda o un amaro per sbloccarsi.

Un’emorroide bruciante ha bisogno di qualcosa che rinfresca.

Le mani ghiacciate, una borsa dell’acqua calda.

Una febbre alta è gestita con impacchi freddi.

Un senso di freddo per una febbre all’inizio del suo percorso risponde bene a una tisana calda e stare fermi sotto le coperte.

Un ginocchio caldo e dolorante migliora con un impacco di argilla fredda.

Uno strappo ha bisogno di un impacco caldo.

Su una scottatura bruciante non mettiamo acqua calda.

 

Fare attenzione a come descriviamo il disturbo ci aiuta a capire come muoversi senza fare danni.
Ci aiuta a dividere il disturbo in due grandi categorie: ciò che brucia fa caldo, si muove; ciò che pesa e sta fermo è freddo.

Per ogni descrizione precisa c’è una tisana che coadiuva la situazione.

Tisana rinfrescante:

Escolzia
Piantaggine
Achillea
Malva

Tisana riscaldante:

China
Timo
Tiglio
Sambuco

Caldo o freddo? Di cosa hai bisogno?


 

Elettra Erboristeria
Rimedi Naturali Personalizzati
Cornedo Vicentino VI


Si vede dagli occhi quando una persona ha la febbre, prima ancora che il termometro la rilevi.

Gli occhi sono umidi, lucidi un po’ abbacchiati.

Quando gli occhi sono così di solito ci si sente deboli o si ha freddo, a volte si sentono gli occhi pesanti e si ha voglia di stare sul divano avvolti da una copertina.

I bambini possono dare segni di apatia o essere super nervosi .

Questo è il momento di provare la temperatura interna, che può differire poco o molto da quella esterna.

Se la temperatura interna è esterna sono simili o appena divergenti, non ci sono problemi.

Basta stare al caldo e bere una tisana scaccia febbre, spalmarsi di oli essenziali e tutto procede senza intoppi.

Se invece la temperatura interna è molto più alta di quella esterna è il momento di fare attenzione e agire.

Bisogna portare le temperature più vicine possibili.

Cosa fare :

– bere tisane diaforetiche ( scaccia febbre):
* Sambuco, Tiglio, oppure *Sambuco, Rosa Canina, Timo, Issopo.

– riscaldare piedi e mani ( cuscini riscaldanti, borse dell’acqua calda ).

– prendere qualcosa che aiuti il processo della febbre come Ribes, Ecoflog Cento Fiori ( sambuco, echinacea …)

– prendere una purga se non si ha scaricato.

– bere liquidi caldi ( camomilla, Tiglio da solo, amaro alchemico diluito)

– spalmarsi di oli essenziali come Ravintsara o Sinergia Pranarom.

– fare un bagno caldo con Bagno Benessere Dr.Hauschka.

Il fine è portare energia e calore all’esterno ( che presenta una temperatura più bassa ) per equivalere la temperatura interna.

Appena si ottiene questo, allora si può passare a raffreddare il corpo con applicazioni fredde, sia sui piedi o polpacci, che sulla fronte o si sta scoperti.

Se si raffredda un corpo che è ancora freddo all’esterno, non si ottiene l’effetto sperato di portare via calore, perché viene bloccato dentro.

La febbre va capita, monitorata, aiutata e poi fatta dissolvere.

L’aumento della temperatura è un processo impegnativo per il corpo, spesso necessario per uccidere batteri e virus, bloccare o non aiutare questo processo, mette il corpo in difficoltà, proprio quando è più fragile.


Elettra Erboristeria

#pranarom #drhauschka #amaroalchemico #centofiori #difeseimmunitarie #saluteebenessere #salute #oliessenziali #tisane #rimedinaturali #cornedovicentino #elettraerboristeria


Se le tue dita diventano bianche quando senti freddo, oppure quando ti emozioni molto, potresti soffrire della sindrome di Raynaud.

La sindrome può essere leggera, appena accennata, che si presenta solo in situazioni di freddo intenso, o in forma pesante, con dita bianche, che fanno male, a volte virano al blu.

Quando la situazione è pesante, serve il controllo degli anticorpi ANA, la struttura del microcircolo, e gli esami per le forme artritiche.

Quando è presente questa sindrome, non bisogna considerare solamente il problema circolatorio , ma tenere conto che è presente un alterato meccanismo della produzione di calore ed energia, di cui sono responsabili i mitocondri.

Oltre la cura medica , è utile prendersi cura dei mitocondri.

Essi , per lavorare bene hanno bisogno di molti nutrienti : ferro, zinco, iodio, vitamine , ma più di tutto ha bisogno di carnitina e coenzima Q10.

La cantina si trova solo nei prodotti animali, e il Q10 abbonda nelle carni bovine.

Il Q10 può essere ricavato dalla lisina, che si trova nei legumi.

I legumi da preferire, sono i ceci.

Tra le vitamine , quella più importante è la vit D.

Migliora la sensazione di calore, bere tisane alla cannella, o Tiglio sambuco e bere bevande di avena al posto del latte di mucca.


Elettra Erboristeria
Rimedi Naturali Personalizzati
Cornedo Vicentino Vi

#mitocondrio #vitaminad #vitaminab12 #tisane

 

Si possono mangiare le zucchine crude ?

Le zucchine crude al posto degli spaghetti , meglio di no.

Secondo la dietetica antica , i cibi possono essere impiegati per gestire il caldo e il freddo.

Speziati, per resistere al freddo, in agrodolce, per sopportare il caldo.

Non è mai stato consigliato il cibo crudo così in abbondanza, come siamo abituati a mangiare oggigiorno.

Le verdure crude, le insalatone, la frutta, i gelati, i succhi, lo yogurt, sono cibi che, se assunti in abbondanza, deprimono lo stomaco.

E’ meglio assumerli alternandoli a cibi cotti. Se mangiati in abbondanza i cibi crudi, creano problemi che si faranno vedere ai primi freddi.

In più le verdure della famiglia dei cocomeri come le zucchine, sono migliori da cotte , proprio perché ” pesanti ” nella loro freddezza costituzionale.

Nemmeno in luoghi caldi come la Sicilia, si mangia tutto crudo.

Quindi se vuoi stare in salute, mangia freddo, ma cotto, e usa solo una parte di crudo.

Queste indicazioni sono importanti per chi è di costituzione Acqua e Terra, o per chi soffre di insufficienza di stomaco, ha spesso catarro o tosse, soffre di gonfiore alle gambe , agli occhi o nota ritenzione idrica.

E non vanno bene per chi ha la patina bianca sulla lingua.

Gli spaghetti di zucchine vanno bene solo alle persone calorose, asciutte, con uno stomaco forte , la lingua rossa.

 


Elettra Erboristeria
Rimedi Naturali Personalizzati

La regola è :Mangia estivo, quando vesti estivo.

La stagione cambia, e con essa la disponibilità di prodotti della terra. Arrivano pomodorini, ciliegie, fragole.

Assaggiare o mangiare le primizie stuzzica il gusto e il bisogno di varietà .

Ma bisogna fare attenzione .

Alcune persone reagiscono male all’introduzione troppo precoce di gelati, frutta cruda, insalatone, yogurt.

Chi soffre di insufficienza digestiva, pancia gonfia, crampi addominali, oppure chi beve preferibilmente acqua calda o gassata, chi soffre il freddo, deve andare cauto con una dieta estiva.

È ottimo il consiglio di mangiare cibi estivi ( insalatone, macedonie , piatti freddi), solo quando ci si veste con abiti estivi, con magliette a maniche corte , sandali.

Mangia estivo, quando vesti estivo.

Oppure bisogna avere l’accortezza di bere caldo a fine pasto, bere camomilla o amari.

Le persone di costituzione Acqua e Terra , sono più soggette a problemi di stomaco da cibo freddo.

Per capire a che costituzione si appartiene , ecco il test.

Elettra Erboristeria
Rimedi Naturali Personalizzati
Cornedo Vicentino Vi

Si! esiste ancora il colpo di freddo.

Può non essere avvertito per niente , oppure  per un senso di brivido leggero sul corpo, mentre si mangia o si riposa.
Non sembra importante , perché non si trema e  non si battono i denti.
Poi si trasforma in un leggero senso di nausea, che monta fino a far vomitare.
A volte non mostra segni di stomaco,  ma si  manifesta, ore dopo, con mal di pancia, crampi forti e poi scariche, spesso ripetute, vicine e liquide.

Cosa fare:

In questi casi, è importante coprirsi, fino ad avere caldo e sudare , per eliminare il freddo bloccato dentro.
Non mangiare per non caricare la digestione e  bere un poco.
Bere acqua e miele; o acqua,  zucchero, limone; acqua e sali minerali ( come Regobasic); oppure tisane con zenzero .
Aggiungere gocce o tisane diaforetiche o sudorifare come China, Timo, Tiglio, Sambuco, Bardana, Echinacea, Salsapariglia.
Bere pochissima quantità per volta ,  specialmente se si hanno scariche liquide.

Riposare.

E se non ci sono più, le nonne che avvertono: Copriti che è Aprile ! , e il detto recita: Aprile non ti scoprire, dobbiamo fare attenzione da soli.
Limitare o non mangiare,  cibi  prettamente estivi, in questo periodo, come  pomodorini crudi, mozzarelle, risotti freddi o insalatone , specialmente se si soffre di stomaco freddo, o reflusso, gastrite ipo-acida, o se si è di costituzione Terra o Acqua.
Se si mangiano cibi “freddi” , accompagnarli con  bevande calde.
È ancora troppo presto per una dieta estiva,  al mattino sono 3-5 ° C.
Il colpo di freddo è dietro l’angolo .
Elettra Erboristeria
Rimedi Naturali Personalizzati
Cornedo Vicentino

#elettraerboristeria #freddo #maldipancia #vomito #diarrea #scariche #colpodifreddo #aprile #pomodorini #terra #aria #acqua #costituzioni #fisiognomica #naturatermicafresca

error: Il contenuto è protetto!!