Tag Archivio per: gambe

Se non è un problema di vene, se non è un crampo…

Quando arriva il caldo, soffrire di dolori alle gambe…

La formazione, il movimento e la distribuzione degli umori (liquidi nel corpo), erano il modo in cui gli antichi spiegavano tutte le malattie del corpo.

Se si soffriva di catarro o gonfiori freddi alla gambe, c’era uno squilibrio dell’umore “umidità”= flemma.
Se si presentava un dolore pungente, bruciante come l’herpes, c’era uno squilibrio dell’umore fuoco.
Se invece il problema era collegato con rossore, calore e senso di pienezza come un ascesso, l’umore squilibrato era il sangue.
Ed infine tutto ciò che rallentava, incavava, incurvava, scuriva era un problema dell’umore terra.

Sebbene sia un sistema di pensiero medico antico, superato e quasi dimenticato, possiede una sua forza, ci dà la possibilità di capire le manifestazioni corporee e metterle in ordine, un metodo che affascina e ci aiuta ancora oggi.

Avere dei disturbi presenti in parti diverse del corpo, ma che possono essere riconducibili allo stesso umore scompensato è predittivo una risoluzione più veloce e leggera.

Per ogni umore scompensato esiste una miscela di piante adatta a riequilibrarlo.

Erboristi che conoscono e studiano la medicina antica sanno preparare tisane per disturbi adatti agli umori: fuoco, aria, acqua, terra.

Per esempio:

    • Ibisco per fuoco.
    • Bardana per aria.
    • Ginepro per acqua.
    • Melissa per terra.

Elettra Erboristeria
Rimedi Naturali Personalizzati
Cornedo Vicentino Vi

 

Spesso mangiamo invece di bere quando abbiamo sete .

I primati da cui discendiamo, bevono pochissimo, perché assumono l’acqua dal cibo.

Essi hanno meno bisogno di idratarsi perché possiedono meno ghiandole sudoripare di noi.

E noi, non siamo più scimmie.

Gravidanza e Epigenetica:

C’è un altro fattore che influenza la sete : quanto nostra madre beveva in gravidanza.

Perché la capacità di sentire la sete viene appresa in pancia .

È stato visto che , figli di madri derivate di acqua , arrivano ad un maggior livello di disidratazione prima di sentire la sete .

Questo è un meccanismo adattivo, per preparare il nascituro al suo ambiente . ( e alla disponibilità di acqua che può trovare ).

Ma noi abbiamo acqua potabile disponibile ed è importante rimanere idratati per proteggere l’omeostasi del corpo.

Puoi controllare quanto bevi, consumando delle bottigliette da mezzo litro, numerate.

Puoi osservare il colore dell’urina e il suo odore ( dovrebbe essere paglierino e senza cattivi odori).

Test:

Anche la pelle delle mani, pizzicata con le dita, se ritorna velocemente piatta si è idrati , se è lenta , no.

 

Sintomi:

A volte un mal di gola , spossatezza, un dolore alle tempie, la lingua impastata, l’alito cattivo, la stitichezza, le ossa che scrocchiano, le labbra secche o che si fessurano in verticale, la pelle secca delle gambe, il bordo rosso delle unghie nelle dita , sono segni di carenza di acqua.

L’acqua è il nostro primo alimento , indispensabile per l’equilibrio elettrolitico del corpo.

Scegli acque minerali , il contenuto di calcio e tutti gli altri minerali, servono.
( a meno che non ci sia una diversa indicazione medica in caso di patologie).

L’acqua non crea i calcoli.

Cause Calcoli:

I calcoli sono spesso dovuti ad un insieme di cause : dieta, scarsa idratazione, carenza di vitamina D e magnesio, disturbi alle paratiroidi.

Costituzioni di Ippocrate

PS, le persone di costituzione terra e acqua , spesso sentono poco la sete, devono quindi porre più attenzione.


Elettra Erboristeria
Rimedi Naturali Personalizzati
Cornedo Vicentino Vi

https://elettraerboristeria.com/ #gravidanza #epigenetica #acqua #stomaco #costituzione #ippocrate #terra #salute #rimedinaturali #cornedovicentino #elettraerboristeria

Mi tremavano le gambe ogni giorno, avevo 22 anni.

 

I primi giorni come commessa in Erboristeria risalgono a più di 28 anni fa.

Aiutavo una ragazza Erborista, che aveva un piccolo negozio a Valdagno. Restavo in negozio quando lei se ne andava per impegni. Rimanevo da sola in bottega.

Il negozio era ai miei occhi, un mondo affascinante, colorato, profumato, ma spaventoso.

C’erano i prodotti di L’ Erbolario, piccoli gioielli dalle scatole disegnate in modo artistico. Il reparto alimentati, piccolo ma fornito, mi stuzzicava con i biscotti al cioccolato della Finestra sul cielo. Le boccette degli integratori perfettamente in fila della ditta Giorgini , mi sfidavano a capire il corpo e le sue funzioni.

E infine le scatole delle erbe secche , da controllare per pericolo insetti, e da studiare .

Ogni giorno era una sfida, perché le persone che entravano, chiedevano cose per me sconosciute.

Ogni giorno cercavo di imparare qualcosa, e ogni sera studiavo le proprietà delle erbe .

Ogni giorno affrontavo il lavoro con la determinazione a imparare, ma anche con una grande paura.

Per anni ho lavorato in negozio, con le gambe che mi tremavano dalla paura. Paura di non capire, di non conoscere, di non saper rispondere.

Mi dicevo : passerà, un giorno non avrò più paura.

Non so quando è successo, ma la paura è passata, per buona pace delle mie gambe.

Resta la consapevolezza della complessità del corpo e del suo proprietario, e il grande rispetto per ogni sensazione, bisogno, sintomo, dolore.

Anche in negozio, come per ogni relazione, la comunicazione deve avvenire in due sensi, e ogni parte ha il suo posto, ruolo, dignità.

Non esiste nella mia testa il : so cosa serve per questo, ma il facciamo un po’ di strada assieme, per arrivare dove serve, che sia spegnere un sintomo, dare voce ad un dolore, trovare un medico adatto, bere una tisana che aiuti.

Perché nessuno sia solo.

Perché ogni relazione è uno scambio che fa crescere entrambi.


Elettra Erboristeria

Rimedi Naturali Personalizzati

Cornedo Vicentino

error: Il contenuto è protetto!!