Tag Archivio per: stomaco

C’è la stagione dei meloni e quella delle arance, ma…

Il giorno dopo ha il colore del tramonto dopo un giornata grandiosa.

Ha il sapore del caffè dopo un pranzo gustoso.
Ha il gusto del gelato alla fine di una giornata d’estate.

Ha la calma dell’arrivo ai box dopo una gara che si è arrivati primi.
È come una coperta calda da tenere addosso in una fredda giornata d’autunno, accoccolati sul divano.

È ricca di emozioni, colori, sensazioni, visi, sorrisi, parole, lacrime di gioia e tanto tanto amore che il giorno prima è volato su ogni cosa..
Sopra le persone e dentro i cuori, si è mostrato nei sorrisi e negli abbracci, nel tavolo preparato, nelle pietanze consumate fino a pulire il piatto, nei fiori sul tavolo, nella musica ballata o solo ascoltata, nel dolcetto preso per la seconda volta e pure negli angoli nascosti.

Il giorno dopo è da assaporare con calma, per rivedere, rivivere, fissare nel cuore e nella mente un giorno unico e indimenticabile, il giorno dove siamo diventati sposi.
Ora partiamo per il viaggio di nozze e sarà sia nostra la luna di miele che il nostro sole splendente.
I post, se ne scriverò, saranno su ciò che vediamo, che viviamo.

Sarà una parentesi dal progetto che perseguo scrivendo ogni giorno sui social: la capacità di ascoltarsi, di comprendere sé stessi e gli altri, nelle nostre diversità.
Perché ciò che non conosciamo o che è diverso, non ci faccia più paura, ma sia ricchezza da raccogliere per poter andare oltre l’ostacolo che troviamo sulla strada.
Grazie di avermi seguito fin qui, la vostra presenza è il più grande regalo per un sogno che custodisco da anni nel cuore.

Elettra Erboristeria
Rimedi Naturali Personalizzati
Cornedo Vicentino Vi

 

Quanto grande è l’amore?

Non lo so, chiedilo ad un bambino quando allarga le braccia per dire: ti voglio bene tanto cosi!

Quanto pesa l’amore?
Non lo so, chiedilo alle braccia che per tutto il giorno sostengono un bambino che non sta bene e la schiena è a pezzi.

Che colori ha l’amore?
Non so lo, chiedilo alla nonna con una pensione minima che sorride mentre acquista la tutina rosa per il nipotina.
Chiedilo al ragazzo che disegna cuori rossi sui muri.
Chiedilo al padre che insegna al figlio ad andare in moto superando la paura che si faccia male.

Quanto può far bene l’amore?
Non lo so, chiedilo a chi trova la forza di sorridere anche se ammalato, solo, spaventato.

Quanta forza ha l’amore?
Non lo so, chiedilo alla mamma che si alza per la decima volta di notte ad accudire il suo bambino.

Quando inizia l’amore?
Non può iniziare perché non ha mai fine, è parte della ruota della vita.

Di cosa è fatto l’amore?
Di battiti del cuore, di farfalle nella pancia, di lacrime di gioia, di notti insonni, di domande senza fine, di mani consumate, di kilometri macinati, di occhiaie per il poco sonno.

Come si mostra l’amore?
Quando un amico ti siede accanto e ti ascolta cercando di capire come stai.
Quando qualcuno ti tiene la mano mentre i tuoi passi si fanno incerti.
Quando qualcuno ti abbraccia, ti telefona, resta in silenzio anche se vorrebbe chiederti di più, quando prepara da mangiare anche se è stanco.

Cosa è l’amore?
È ruota, motore, benzina,
È alba, mezzogiorno, tramonto,
È foglio, penna e matita
È cuore, stomaco, pancia.

L’amore è tutto perché è dappertutto.
Raccoglilo, conservalo, donalo, coltivato, non temere non finisce mai, perché è l’essenza stessa della vita e risponde alla regola: Rimane con te solo se lo doni.

Elettra Erboristeria
Rimedi Naturali Personalizzati
Cornedo Vicentino Vi

 

Saltare i pasti è troppo dura per attuare il digiuno intermittente di 16-18 ore?

Stare un giorno senza mangiare sembra una delle fatiche di Ercole?
Eppure c’è il desiderio di ricevere tutti i benefici di un digiuno o semidigiuno?
Come:

  • allungamento della vita,
  • pulizia delle cellule morte o danneggiate,
  • alleggerimento del fegato,
  • miglioramento delle memoria,
  • eliminazione dei catarri e molto altro…

Cosa si può fare quando il digiuno è troppo difficile? Si preparano 3 pasti di verdure.
Pomodori o carote, carciofi o verze, crude o cotte, un bel piatto di verdure condite (non troppo crude finché non è estate), riempie lo stomaco e aiuta a non sentirsi spaventati dal vuoto dello stomaco.
Patate e legumi NON sono considerate verdure.

Quando una scelta è troppo difficile per noi in quel momento della vita, c’è sempre una possibile alternativa che soddisfa comunque.
Perché il poco è sempre meglio del niente.

Un semidigiuno a verdure è un’alternativa fattibile.
NON è adatto a donne in gravidanza, persone con colite, anziani defedati, persone troppo magre.

Elettra Erboristeria
Rimedi Naturali Personalizzati
Cornedo Vicentino Vi

 

Quando lo stomaco si fa sentire, la semplice camomilla può fare la sua parte.

Lo stomaco può soffrire per cause esterne ed interne, in conseguenza all’assunzione di cibi difficili da digerire o a causa di sentimenti di rabbia, frustrazione, amarezza.

Le richieste pressanti delle aziende, le mille incombenze familiari legate al troppo poco tempo o le preoccupazioni dovute alla malattia di un familiare, sono tutte situazioni che gravano sullo stomaco e sulla capacità di digerire la vita e il cibo.

La camomilla ricca di molecole funzionali come camazulene e flavonoidi, ha un effetto antinfiammatorio, cicatrizzante, lenitivo, digestivo.

Si può assumere in gocce: tintura madre, in tisana o capsule.

Per proteggere e aiutare uno stomaco infiammato, bruciante, che porta una sensazione di sfinimento, la tecnica del rotolando può fare la differenza nelle cure .

Rotolamento o Roll Kur:

    • bere 1 tazza di camomilla a stomaco vuoto.
    • mettersi in posizione supina per 5 minuti,
    • girare sul fianco dx, rimanere per altri 3-4′
    • girare sul fianco sx, rimanere 3-4 minuti
    • tornare supini per altri 3-4 minuti.

Questa è una tecnica usata in Germania per trattare gastrite, duodenite, ulcera gastro-duodenale.
(Farmacia news – xxx- 1 -22)

 

Elettra Erboristeria
Rimedi Naturali Personalizzati
Cornedo Vicentino Vi

Il vapore del cibo in cottura rappresenta il reflusso acido che disturba la gola, la voce, il naso.

Per capire il corpo e la sua fisiologia solitamente utilizzo questo paragone: lo stomaco è la pentola e la valvola superiore dello stomaco è il coperchio.

La capacità digestiva è nel fuoco sotto la pentola e il mestolo è come un digestivo, aiuta lo stomaco a lavorare e nella pentola a non far traboccare e attaccare il cibo contenuto.

E i farmaci che ruolo possiedono?

Gli antiacidi sono come l’acqua aggiunta in cottura, che smorza il bollore e spegne per un po’ i vapori.
Infatti gli antiacidi spengono il senso di bruciore e acidità per un po’. (tipo Riopan o Menoacid).

Gli inibitori di pompa, come pantoprazolo e simili, sono invece elementi che abbassano di molto il fuoco sotto la pentola.

Il cibo non bolle più, cucina piano e spesso con difficoltà.
È utile nel breve periodo, quando le mucose sono molto infiammate, per donare un attimo di pausa all’irritazione in bocca.

Ma, se gli inibitori di pompa vengono usati per lungo tempo, il cibo non viene cucinato a dovere e ristagna, viene ingerito “crudo”, creando problemi ad altri distretti.

Secondo gli antichi, i sintomi dovuti all’ingestione di cibo non cotto bene -“crudo”- creano alito cattivo, dolore alle articolazioni, catarro, occhi gonfi, cellulite, testa pesante, sabbia nei reni, calcoli, pancia gonfia, lingua che pizzica.

Per questo avere cura dello stomaco è importante.

Bisogna seguire le cure mediche adatte ma senza assumere per mesi i farmaci inibitori di pompa.

I farmaci come lansoprazolo e pantoprazolo creano disturbi se assunti nel lungo periodo, specialmente disbiosi intestinale e carenza di vitamina B12.

Se si devono assumere è meglio aggiungere qualcosa che aiuti lo stomaco a lavorare.

Perché lo stomaco è la prima fabbrica del corpo e, se non lavora bene, tutta la città-corpo è in difficoltà.

Elettra Erboristeria
Rimedi Naturali Personalizzati
Cornedo Vicentino Vi


I prodotti consigliati in questo articolo:


Disturbi di stomaco in primavera

Lo stomaco è più sensibile specialmente durante due stagioni specifiche: primavera e autunno.

Durante queste due stagioni può capitare che si ripresentino sintomi accusati in passato come l’insufficienza digestiva, oppure, oltre che presentarsi sintomi nuovi, possono riacutizzarsi disturbi di stomaco mai superati.
Quali sono i sintomi dovuti a problemi legati allo stomaco?
Acidità, reflusso, nodo alla gola, bocca amara al mattino, alito cattivo, senso di peso sullo stomaco, lingua patinata, mancanza di appetito, gonfiore appena mangiato, presenza di pezzi di cibo nelle feci, nausea e a volte tachicardia.

In questi casi cosa si può fare?

Ridurre il consumo di cibi difficili da digerire per lo stomaco come:

  • insalatone
  • yogurt
  • grandi piatti di pasta o riso
  • pizze alla sera (eccesso di amido).
  • verdure a vapore (troppo ricche di acqua).
  • macedonie
E poi è bene BERE! Che cosa in particolare?
Cercare di bere dopo i pasti tisane digestive, composte da piante riscaldanti come finocchio, anice, cannella, tiglio, melissa, camomilla (tisana digestiva) o assumere amari digestivi ( Bilixir o Amaro Alchemico).

Per chi ama i prodotti fatti in casa, il vino amaro è ideale >> 🌿 Clicca qui per sapere come fare!

Se non basta o si è di fretta è possibile coadiuvare la funzionalità dello stomaco con gocce di piante specifiche:

  • fico in gocce (aiuta lo stomaco, l’intestino e solleva dall’ansia) >> 🌿  Ne parlo in questo articolo!
  • amaro alchemico (mix di piante amare)

E poi ancora è possibile aggiungere al pasto degli enzimi digestivi (Pegastrit Pegaso) oppure l’ananas in capsule (Ananas Cento Fiori).

Digerire bene è la prima importante tappa da controllare per mantenere un corpo sano.

 

I prodotti consigliati in questo articolo:

 

 


Elettra Erboristeria
Rimedi Naturali Personalizzati
Cornedo Vicentino Vi


L’allergia respiratoria è una brutta faccenda.

Disturba il respiro, il sonno, il pensiero.
Limita o toglie la piacevolezza delle giornate primaverili, tiepide e accarezzate dalla brezza.

Gli antistaminici aiutano a limitare i disturbi, ma chiedono un prezzo da pagare.

Gli effetti collaterali dell’assunzione del farmaco che inibisce l’istamina, si sa, crea sonnolenza, ma c’è di più.
La diminuzione dell’istamina mette in crisi lo stomaco, che non può più digerire come prima.
È utile aggiungere alla terapia farmacologica qualcosa che aiuti lo stomaco a lavorare bene.

Integratori per lo stomaco:

  • Fico in gocce di gemme
  • Amminoacidi in capsule (Aminoform Pegaso)
  • Amaro Alchemico
Perché lo stomaco è la prima porta della digestione e se non lavora bene, tutto il resto procede con difficoltà.

Elettra Erboristeria
Rimedi Naturali Personalizzati
Cornedo Vicentino Vi

China e Echinacea in tisana aiuti in caso di febbre o dolori

China e Echinacea in tisana aiuti in caso di febbre o dolori

Le tisane sono Rimedi semplici ma potenti.

Portano dentro sé la storia, l’esperienze, riprova ed errore calibrati su moltissimi anni durante moltissime generazioni.

Semplici perché basta possedere un pentolino, dell’acqua e il fuoco.

Potenti perché facili da assimilare, veloci nella sua azione, ripetibili più e più volte.

Quando si ha gli occhi lucidi, quando si prende freddo, quando serve qualcosa da affiancare ai farmaci per la febbre, la tisana China ed Echinacea coadiuvano le funzioni di termoregolazione, quelle antivirali-antipiretiche.

Mai essere a casa senza una tisana da sorseggiare quando non si sta bene.

China ed Echinacea possono essere potenti alleati.

Di gusto forte, non sono adatte ai bambini che preferiscono la miscela ” Tiglio-Sambuco”.

( sentire il proprio medico se si assumono farmaci )


Elettra Erboristeria
Rimedi Naturali Personalizzati
Cornedo Vicentino Vi

Se lo stomaco non sta bene, la testa sta peggio, è questo che dicevano gli antichi.

Molte funzioni corporee, tra cui anche il pensiero sono influenzate da come digeriamo.

Se lo stomaco ci sta sullo stomaco o ci crea acidità, se si forma gonfiore, stitichezza o peggio nausea, non stiamo bene e non ci godiamo la vita.

Per aiutare lo stomaco a lavorare bene, bere una tisana digestiva dopo mangiato o un amaro è una buona abitudine.

Ecco la tisana Digestiva più buona che conosco, una miscela antica di erbe e radici.

Una mix sapientemente studiato ed equilibrato nel gusto.

-Malva
-Camomilla
-Liquirizia
-Anice
-Finocchio

Si può gustare questa tisana dopo pasto a mezzogiorno o alla sera dopo cena.

.


Elettra Erboristeria
Rimedi Naturali Personalizzati
Cornedo Vicentino Vi
error: Il contenuto è protetto!!