Tag Archivio per: #vicenza


Le crocchette sono comode per chi le produce,
durano tantissimo, ma non sono il cibo ideale per i cani.

Le crocchette non servono per rinforzare i denti, non sono indispensabili nel pasto, sono come (meno) del pan biscotto, si deve bagnare per poterlo mangiare.

Possono stressare le gengive come uno spazzolino troppo duro, spesso sono estruse (una lavorazione ad alte temperature che impoveriscono il prodotto).

Per questo la ditta Pura Natura, laboratorio di mangimi per animali di Vicenza, ha eliminato le crocchette e ha creato i Bocconcini, composti di carne fresca, verdura, frutta ed erbe biologiche.

Sono preparate in un laboratorio-cucina e sono il miglior modo di nutrire i nostri amici animali.
I bocconcini sono in sacchettini da 200 g , o da sacchi da 1.5 kg.
È meglio scegliere il gusto Anitra o Maiale per il cane che è troppo iperattivo.

Scegliere invece il Cinghiale o Cervo, per il cane pauroso.

Le erbe contenute, aiutano le sintomatologie di pelle e renali.

Le verdure e gli altri elementi funzionali, aiutano la flora intestinale ed aiutano a digerire.
Questi bocconcini sono un modo sano e buono di nutrire i nostri cani e nello stesso tempo, protegge l’ambiente, gli insetti, la terra.
Trovi i vari gusti in negozio e nel sito.

Elettra Erboristeria
Rimedi Naturali Personalizzati
Cornedo Vicentino Vi

Vorresti poter acquistare prodotti per i tuoi animali che siano:

  • preparati in modo artigianale in una cucina tradizionale,
  • materie prime da agricoltura biologica senza pesticidi, concimi ed insetticidi,
  • una filiera di produzione che non inquina,
  • contengano verdure, cereali, piante officinali selezionate.

Oggi si può!
L’azienda che applica tutto questo è di Vicenza: Bruno Dalla Grana, Lonigo.
Ecco 1 dei suoi prodotti, che puoi trovare in negozio Elettra Erboristeria e nel sito.

Snack Pura Natura: >> 🌿CARTILAGINE 90
Sono striscette di maiale e mirtilli.
E’ un appetitoso snack con artiglio, boswelia, condroitina, equiseto, olio pesce che riducono le infiammazione alle articolazioni.
Rosmarino, camomilla, salvia, lievito di birra, patate, miele.
Non contiene mais.

Cartilage90costa 5.50 euro di 150 g.
Lo snack è semiumido e ha una consistenza morbida, così non irrita denti e gengive.
Non contiene estrusi.
1 striscetta ogni 5 kg di peso del cane, al dì.

 

Elettra Erboristeria
Rimedi Naturali Personalizzati
Cornedo Vicentino Vi

 


I prodotti consigliati in questo articolo:


 

Il dolore è una spia, un avviso di qualcosa che non funziona, è un allarme da comprendere non solamente qualcosa da eliminare.

Quando abbiamo una puntina nel piede, dobbiamo cercare di togliere la puntina dal piede, non solo prendere qualcosa per eliminare il dolore.

Anche per tutti gli altri dolori presenti nel corpo, bisognerebbe agire sui 2 fronti : risolvere il nodo e lenire il dolore.

Se ho un mal di pancia da stitichezza, prendo qualcosa che risolva la stitichezza insieme al lassativo-ammorbidente delle feci, non mi limito ad un’ anti dolorifico per far passare il e basta.

Se ho mal di testa, devo capire se c’è una componente metabolica, digestiva, epatica finché si prende l’antidolorifico.

Se ho mal di gola, gestisco l’infiammazione con propoli e oli essenziali per il dolore, ma controllo pure l’intestino, se bevo a sufficienza, se ho mangiato qualcosa che mi ha disturbato, se ho preso freddo o se ho il reflusso, per cercare di colpire il problema a monte.

Se soffro di reflusso, serve qualcosa per fermare la risalita dei vapori acidi, ma a monte bisogna aiutare lo stomaco a lavorare.

Se arriva un problema all’occhio, oltre che trattare l’occhio devo guardare al fegato, ai cibi istaminici o alla carenza di minerali.

Se ho attacchi di panico o ansia che mi consuma, prendo qualcosa per il momento di crisi, ma cerco di parlare con qualcuno che mi aiuti a capire dove sta il nodo emotivo, per poterlo comprendere e sciogliere .

Un lavoro su più fronti è più vantaggioso e saggio.

Parlane con il medico, non fermarti solo al sintomo.

Cerca di togliere la puntina dal piede, non limitarti a coprire il dolore.


Elettra Erboristeria
Rimedi Naturali Personalizzati
Cornedo Vicentino Vi

Tutti devono bere? Anche se non sentono sete ?

È meglio bere poco e spesso o tanto ma distanziato ?

E’ meglio bere ai pasti o lontano ?

Per ogni risposta c’è un : dipende, a parte la prima che è un : Si !

Tutti devono bere, anche se non si sente sete, perché la sete deve essere allenata e ascoltata e spesso non le diamo retta o la confondiamo con la fame.

Non c’è un meglio : poco o spesso o tanto e lontano, perché dipende dal tipo di ‘stomaco’ che si possiede.

Chi ha uno stomaco ‘piccolo’ , tende a mangiare poco e spesso, le porzioni non sono mai abbondanti.

Queste persone devono bere poco e spesso. Esse non riescono ad assumere ‘boli ‘ di 300-500 cc di acqua in una volta.

Queste persone sono spesso di costituzione terra.

Poi ci sono le persone che mangiano tanto e con gusto.

Queste persone possono bere tanto e distanziato. Sono come cammelli, fanno scorta.

E bere ai pasti ?

Per chi ha uno stomaco freddo o ‘piccolo’ bere ai pasti diluisce i succhi gastrici e rallenta la digestione. Meglio bere prima o lontano dai pasti e possibilmente, caldo.

Chi mangia con gusto, può bere ai pasti, di solito per diluire il cibo e il sale. ( spesso possiede uno stomaco forte e ampio ).

Strategie per chi non beve a sufficienza.
– preparare le bottigliette da mezzo litro ( sono più facili da affrontare nella giornata e misurare quanta acqua si beve).
– bere acqua calda o acqua frizzante ( essa non gonfia la pancia a meno che, non sia presente un intestino atono ).
– bere un bicchiere appena prima di mangiare .

A volte :
– mal di gola
– pressione massima , alta
– stanchezza spossatezza
– giramenti di testa
– mal ti testa
possono essere causate da carenza di acqua.

Ricordati di bere!


Elettra Erboristeria
Rimedi Naturali Personalizzati
Cornedo Vicentino Vi

https://elettraerboristeria.com/ #costituzioni #sonno #memoria #acqua #enzimidigestivi #reflusso #stomaco #costituzione #ippocrate #terra #saluteebenessere #tisane #rimedinaturali

La vitamina D è un gigante buono, e influenza moltissimi processi nel corpo.

Ogni organo ha un recettore per la vit D, e il suo buon funzionamento dipende dalla sua presenza.

La vitamina D agisce su :

Cartilagini, cellule del pancreas, cervello, cuore, sviluppo dell’embrione, stomaco, fegato, follicolo del capello, formazione della placenta, funzione muscolare, surreni, ipofisi, seno, midollo osseo, ovaie, paratiroidi, pelle, prostata, polmoni, reni, retina, sistema immunitario, testicoli, timo, tiroide, mielina, sonno.

Per la vit D , esistono nelle riviste scientifiche:

– 143 mila pubblicazioni su vit D e Sistema Immunitario
– 118 mila pubblicazioni su vit D e Artrite reumatoide
– 47 mila pubblicazioni su vitamina D e Lupus
– 46 mila pubblicazioni su vit D e psoriasi
– 19 mila pubblicazioni su vit D e autismo
– 49 mila pubblicazioni su vit D e diabete tipo 1
– 1 milione e 130 mila pubblicazioni su vit D e cancro.

La prossima volta che ti dicono che la vit D non serve, o che devi smettere l’integrazione , lascia stare se la spiegazione del perché non è dettagliata, o si basa solo nel dire che è troppa, o fa male ai reni.

Dr. Coimbra


Elettra Erboristeria
Rimedi Naturali Personalizzati
Cornedo Vicentino Vi

Quando le gambe sembrano pali, oppure fanno male , bisogna aiutare il corpo a gestire il ritorno venoso e linfatico.

 

Camminare almeno mezz’ora al giorno, migliora tutta la parte linfatica.

Bere a sufficienza in base al proprio peso, lavoro, dieta è fondamentale.
( se si lavora con l’aria condizionata, si avverte meno la sete,, ma bisogna comunque bere)

Se si ha una dieta con pochi carboidrati, per restrizione calorica o per scelta, è ancora più importante bere per diluire gli scarti derivati dalle proteine.

Se si soffre di forte ristagno e ritenzione idrica, bisogna fare attenzione a non abusare di frutta cruda o verdura cruda.

Per sollevare il disturbo si può usare un integratore di Vite rossa e/o Centella, che con il loro contenuto di flavonoidi e tannini, aiutano la circolazione e la formazione del collagene.

Aggiungere dei pediluvi con salvia , e creme o spray con oli essenziali, migliora tutto il processo.

 


Elettra Erboristeria
Rimedi Naturali Personalizzati
Cornedo Vicentino

Comunemente viene detto : ho perso il gusto , ( dopo infezioni, paresi, incidenti e specialmente dopo l’infezione da Covid ).

Ma quello che è perso , diminuito, in difficoltà è l’olfatto.
Perdere l’olfatto, fa perdere il gran gusto della vita, perché non si percepisce più il profumo del mare, della propria casa, del bosco e della pelle di chi si ama.
Non si assapora più il cibo, che assume gusti strani, falsati.

Pericoloso :

E può essere pericoloso quando usiamo prodotti per la pulizia o andiamo a contatto con sostanze pericolose, fortemente aromatiche, per avvisarci della loro presenza.
Senza contare il pericolo di sentore di bruciato in casa, in macchina o mentre si lavora.
Recuperare l’olfatto sembra un percorso lungo, ma deve essere articolato , senza aspettare che avvenga da sé.
Il naso è collegato ai ricordi e alle memorie. Sfruttando questa particolarità si può allenare e stimolare la rigenerazione dei nervi olfattivi.

Cosa fare :

1- annusare tutto quello che ci passa sotto mano, chiudendo gli occhi
2- fare 2 volte al di il training olfattivo con 5 aromi presi dagli oli essenziali
3- assumere qualcosa che aiuti come :
oligoelementi,
ontano nero gocce gemme (nell’aiuto al sistema linfatico)
4- attenzione ai cibi che mettono in difficoltà il sistema respiratorio:
latticini, yogurt, formaggi, frutta cruda nel pomeriggio, verdura cruda alla sera, troppi amidi durante il giorno o alla sera.
Cercare di recuperare l’olfatto è recuperare un grande pezzo della vita.
Elettra Erboristeria
Rimedi Naturali Personalizzati
Cornedo Vicentino Vi

Utilità dell’olio essenziale di Pompelmo.

Annusare gli oli essenziali , con le mani a mascherina, offre un attimo di calma, un momento per rallentare, un attimo di introspezione.
Dal tipo di essenza scelta, la pausa può essere : rilassante, anti -umore nero, o stimolante.
L’olio essenziale di Pompelmo bucce, frizzante, agrumato, fresco, aiuta in caso di stanchezza mentale e depressione.
Aiuta a riorganizzare il pensiero , porta buon-umore e dona energia.
È consigliato anche come spezza-fame olfattivo. Annusato, aiuta a resistere agli attacchi di fame nervosa.
Posto sulla pelle, veicolato con un buon olio è utile per tonificare la pelle stanca, riequilibrare quella untuosa, e lavorare sulla cellulite.
Aggiunto allo shampoo è utile per regolare la forfora e rinforzare i capelli.
Scegli dove usarlo, se respirato, massaggiato, o per il bagno, il suo aroma agrumato ti accompagnerà ricordandoti la luce dell’estate.

Olio per la cellulite:

Mescola in 30 ml di olio mandorle o jojoba :
– 10 gg pompelmo
– 15 gg cedro
– 10 gg eucalipto citrodora
– 5 gg cipresso
Applicare 2 volte al gg.
( fonti : Flora e Pranarom )
Elettra Erboristeria
Rimedi Naturali Personalizzati
Cornedo Vicentino Vi

Il truccarsi e Make Up.

Decorarsi è un desiderio atavico ( che deriva dagli avi – riferito a chi è venuto prima di noi ).
I primi ritrovamenti di ocra rossa , usata come pigmento per colorare, risale a 125.000 anni fa, quando abitavamo ancora solo in Africa.

Decorarsi aveva delle funzioni specifiche:

1- rituali magici o di caccia per allontanare spiriti maligni o guarire le malattie
2- per mostrare un ruolo di supremazia
3- per appartenere ad un gruppo sociale specifico
4- nelle cerimonia religiose come rituale specifico.
Tutti elementi ancora in uso oggigiorno, che sebbene molto ‘evoluti’ , restiamo sempre uomini della savana!

Ora possiamo aggiungere un quinto punto.

5- status symbol: segno visibile della propria condizione economica- sociale .
Colorarsi i capelli, tatuarsi le sopracciglia, usare il rossetto o l’ombretto, ( e poi passare attraverso l’abbigliamento, gli accessori e la macchina ) , sono tutti modi per differenziarsi, mostrarsi, definirsi, adesso come 125.000 anni fa .
Comprendere che ciò che facciamo , ha radici lontane, ci fa portare rispetto per chi si abbiglia o si decora in modo diverso da quello che siamo abituati.
Dentro di noi vive il nostro” homo antico”, che ha passeggiato nella savana per migliaia di anni e ci determina ancora oggi.

Figli:

Quando una figlia o figlio si esprime, colorando il volto, può farlo in modi che a noi possono sembrare diversi o eccessivi .
Tenendo conto del bisogno di cercare un’identità e un’appartenenza , cerchiamo di aiutarlo a usare prodotti che possano anche proteggere e/o riequilibrare la pelle, e essere sostenibili per il pianeta.
È meglio scegliere cosmetici a marchio Natrue, che è la certificazione internazionale di cosmesi naturale e biologica.
Elettra Erboristeria
Rimedi Naturali Personalizzati
Cornedo Vicentino Vi
error: Il contenuto è protetto!!