Tag Archivio per: #vitamine

Abbiamo superato l’era della lotta a qualsiasi infezione…

Per stroncare sul nascere un herpes, ai primi sintomi di pizzicore…

Alcune razze di cani sono più soggette…

Le piaghe che si formano nel corpo delle persone allettate sono…

Osservare bene i nostri figli in silenzio è utile per…

La fibromialgia è una malattia moderna, cioè compresa, catalogata, riconosciuta solo negli ultimi anni.

Nel tempo è stata confusa con reumatismi, artrite, sindromi depressive, ma oggi ha finalmente il suo status: patologia reumatiche extra-articolare.
Le strutture colpite sono quelle fibrosi connettivali (tendini e legamenti) con una connotazione subdola perché migra e attacca altre parti del corpo creando insonnia, mal di testa, problemi intestinali, rigidità muscolari e parestesie.

Essendo una malattia complessa anche l’approccio medico deve essere tale.
Alimentazione, integrazione, tecniche di rilassamento, training muscolare, terapie psicoterapiche.

Sensibilità al glutine, carenze di minerali specialmente il magnesio e di micro-minerali, acidosi della matrice intracellulare, carenza di coenzima Q10, carenza di vitamine specie D e A, carenza di acidi grassi polinsaturi.
Sembra che una riduzione della quota di carboidrati e una buona integrazione proteica oltre che vitamine e minerali porti ad un miglioramento.
(dr. Dario Scienza)

Elettra Erboristeria
Rimedi Naturali Personalizzati
Cornedo Vicentino Vi

 

Mangiamo da 1 a 6 volte al giorno, introduciamo minerali, vitamine, fibre, proteine e mille altre sostanze.

Ma il cibo non è solo l’insieme di elementi e molecole, porta con sé anche un messaggio specifico che va oltre la composizione chimica.
Un chicco succoso d’uva porta con sé il senso di pienezza e racchiude il sole estivo, invece un gherlino di noce comunica una forza concentrata nel seme, dona un senso di calore ed energia.
Ogni cibo porta con sé un modo di essere, una spinta, un movimento, un messaggio che influenza il nostro corpo.

E gli asparagi?
Secondo gli antichi che conoscevano bene l’influenza del cibo sul corpo, gli asparagi:

    • aprono le ostruzini dei reni e del fegato (calcoli),
    • ammorbidoscono il corpo (per chi è di costituzione secca come fuoco e terra),
    • provocano l’urina (fanno fare pipì, sono diuretici).
    • se mangiati crudi possono dare nausea,
    • nel cucinarli è meglio buttare via la prima acqua di cottura, così divengono meno amari,
    • è buono condirli con aceto, aglio, sale e pepe in quantità,
    • sono caldi e umidi in primo grado, adatti a tutte le età, in modo massimo per vecchi e persone che hanno sempre freddo e con ristagno di acqua (diuretici),
    • aiutano la mente quando sono grossi e teneri,
    • offrono buon nutrimento.

(liberamente tradotto dal Pisanelli: trattato della natura de cibi e del bere – libro del 1586)
Mangiare il cibo che offre la stagione permette al corpo di usufruire delle forze che esso esprime.
Mangiare ciò che la natura in quel momento ci offre è portare ordine, un ordine che va oltre ciò che possiamo comprendere con la mente.
Un ordine che ha a che fare con il nostro essere semplicemente figli della terra.

Elettra Erboristeria
Rimedi Naturali Personalizzati
Cornedo Vicentino Vi

 

Una pausa dal lavoro e dagli impegni è fondamentale per rigenerarsi.

Anche la pancia ha lo stesso diritto e beneficia grandemente di una pausa dal cibo.
Un modo diverso per fare pausa senza digiunare completamente è preparare dei pasti solo con frutta.

La frutta può essere di un solo tipo, ovvero mista, mangiata con la buccia dove possibile e di coltivazione sicura o biologica.
La frutta è un cibo fragile perché zuccherino, specialmente se non protetto da bucce spesse come le arance o certe tipi di mele.
Alcuni frutti sono così tanto trattati che mangiarli come pausa dal cibo diventa un peso.

Mangiando frutta di stagione, raccolta dalla pianta o bio, si possono sostituire i pasti in una giornata.
Un tempo venivano consigliati 7 giorni con la frutta per depurarsi in primavera o in autunno.
Per noi, in questa società super-veloce e dove la frutta non è sicura, è possibile:

  • sostituire uno o due pasti al giorno per 1 o 2 giorni alla settimana,
  • mangiare solo frutta per un 1 giorno a settimana.

La frutta se matura e sana, apporta minerali, vitamine, acidi organici importanti per il processo di depurazione e le fibre nutrono la flora batterica intestinale.
Ideale per le persone forti, attive, rosse in viso.
NON è adatto un digiuno con frutta cruda per le persone:

    • freddolose,
    • magre,
    • con la lingua bianca,
    • per chi soffre di problemi di stomaco,
    • per le persone di costituzione terra e acqua,
    • per chi ha una sensibilità all’istamina,

Per tutte queste persone un pasto a frutta cotta può andare bene.
Un pasto a frutta cruda può andare sempre bene, quando la stagione volge al caldo (temperatura sopra i 23 gradi).

Un pasto a frutta può essere bilanciato aggiungendo un po’ di grasso come: mele con burro cocco.
Imparare a fare pause per rigenerare il corpo come un semidigiuno con frutta cotta o cruda allunga la vita.

Elettra Erboristeria
Rimedi Naturali Personalizzati
Cornedo Vicentino Vi

 

error: Il contenuto è protetto!!